Pubblicato il

Hcs e NewCo: nessun passo in avanti

Hcs e NewCo: nessun passo in avanti

CIVITAVECCHIA – Una riunione interlocutoria, con le parti che non si sono incontrate. Da una parte le convinzioni dell’amministrazione, dall’altra i dubbi dei sindacati. Nessun passo in avanti, nessun margine di trattativa. Al momento. Perché mancano i numeri, le carte, i fattori determinanti per capire dove si sta andando e con quali strumenti. È ancora stallo per Hcs e NewCo. La riunione di oggi tra amministrazione comunale, rappresentata dall’assessore Marco Savignani, società (presente solo uno dei liquidatori, Alessando Bizzarri) ed i rappresentanti sindacali non ha prodotto alcun rsisultato concreto. L’amministrazione ha ribadito la necessità di risparmiare almeno 1,3 milioni di euro annui, andando ad intervenire sul personale, in termini di rimodulazione dei contratti, ridimensionamento dei livelli, possibilità del part-time. Certo, ci si è resi conto oggi della legge Madia e della chiusura di società in fallimento. Ecco perchè si vogliono stringere i tempi. E si cerca a tutti i costi l’accordo sindacale. Le parti sociali, però, sono disposte a sedersi per intavolare una discussione solo quando avranno ben chiari diversi aspetti: a partire dallo stato dei concordati, dall’ammontare dei debiti, passando per i servizi e per il piano industriale della nuova società. E così ci si rivedrà di nuovo e si fisseranno nuove riunioni, per cercare di concretizzare. Anche se la strada non sembra essere così breve.

ULTIME NEWS