Pubblicato il

Il Movimento per l'Infanzia approda anche a Cerveteri

Il Movimento per l'Infanzia approda anche a Cerveteri

Riunione del direttivo aperta ai cittadini alla sala conferenze del Centro Polivalente in via dei Bastioni. Il presidente Coffari: «Una città antica e patrimonio dell’umanità»

di TONI MORETTI

CERVETERI – Oggi dalle 9.30, presso la sala conferenze del Centro Polivalente di via dei Bastioni 46 a Cerveteri, si terrà la prima riunione aperta del direttivo del Movimento Nazionale per l’Infanzia. Il Movimento per l’Infanzia nasce come progetto, nel 2000 per volontà del suo fondatore Andrea Coffari, attuale Presidente avvocato di Firenze, ma assume la sua forma costitutiva definitiva nel 2005. Il modello è di tipo federativo in quanto al Movimento aderiscono attualmente una trentina di associazioni in Italia che si occupano della tutela dei minori coprendo tutto il territorio nazionale. In questi oltre quindici anni si è impegnato nella realizzazione di convegni, di corsi di formazione e continue campagne di informazione a favore dei diritti umani, dei diritti delle donne ed in particolare dei bambini che spesso non hanno voce in vicende che direttamente li riguardano facendo apparire falle di entità rilevante nella loro tutela. Il presidente Coffari  ci parla dell’ultima campagna di cui è stato protagonista il Movimento: «È noto a tutti che in Brasile è molto presente il fenomeno de bimbi di strada, bimbi abbandonati, orfani che vivono per strada come meglio possono. In preparazione delle olimpiadi, con il silenzio complice del mondo intero, la polizia civile e militare passava per le strade ad ucciderli per fare, a loro dire, “Pulizia”.  Lo hanno fatto nonostante questo orrore sia stato denunciato dal comitato per i diritti dei fanciulli all’ONU. Nel mondo, un silenzio assordante. Nessuna presa di posizione da parte dei governi. In Italia,  una interrogazione parlamentare è stata firmata da 36 senatori di cui 27 del PD ma è caduta nel nulla e non ha trovato nessun riscontro. Noi del movimento abbiamo lanciato una vasta campagna di denuncia e di sensibilizzazione che ha coinvolto decine di migliaia di persone. Da qui l’idea di aumentare il consenso ancora di più facendo delle riunioni del nostro direttivo in forma itinerante per spiegare meglio chi siamo e che propositi ci guidano alla gente interessata a queste problematiche e dire loro che questo Movimento darà voce. Sono lieto di essere  a Cerveteri, città antica, culla di grande civiltà e patrimonio dell’umanità».

ULTIME NEWS