Pubblicato il

Città metropolitana: giallo Manunta, errore nel conteggio

Città metropolitana: giallo Manunta, errore nel conteggio

Risultati al di sotto delle aspettative per i grillini. Il giovane consigliere civitavecchiese proclamato eletto per errore: gli sono mancati 4 voti di Civitavecchia. Boom di preferenze per Federico Ascani di Ladispoli ed il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci. L'onorevole Minnucci: "Territorio ben rappresentato". I nomi di tutti gli eletti   

ROMA – Un risultato al di sotto delle aspettative per il Movimento Cinque Stelle. In attesa della proclamazione ufficiale degli eletti, prevista per le 17 a Palazzo Valentini, i dati parlano un sindaco – Virginia Raggi – senza maggioranza. Questo l’esito delle elezioni del consiglio metropolitano di Roma Capitale, che ha visto ieri alle urne 1372 amministratori di Roma e provincia su 1643 aventi diritto. con una percentuale finale pari al 83,05%.

Tutti gli eletti: 

per la lista n. 1 Movimento Cinque Stelle, alla quale spettano 9 seggi: Marcello De Vito, Paolo Ferrara, Fabio Fucci, Maria Agnese Catini, Gemma Guerrini, Maria Teresa Zotta, Giuliano Pacetti, Carlo Colizza e Angelo Casto

Per la lista n. 2 “Le città della metropoli”, alla quale spettano 8 seggi: Federico Ascani, Alessio Pascucci, Valeria Baglio, Massimiliano Borrelli, Flavio Gabbarini, Michela califano, Pierluigi Sanna, Svetlana Celli

Per la lista n. 4 “Territorio protagonista”, alla quale spettano 7 seggi: Marco Silvestroni, Massimiliano Giordani, Giovanni Libanori, Fabrizio Ghera, Alessandro Priori, Mario Cacciotti, Andrea Volti

Nessun seggio per la lista “Patto civico metropolitano”. 

Augurando buon lavoro ai 24 consiglieri, il sindaco Virginia Raggi ha sottolineato che “il nuovo Consiglio affronterà i temi legati alle competenze dell’Ente di area vasta, per garantire a tutti i cittadini servizi più efficienti e dare adeguata rappresentanza alle istanze del territorio. Il Consiglio metropolitano – ha concluso Raggi – sarà chiamato a decidere con responsabilità il merito delle proposte, che incideranno sul livello dei servizi e sulla qualità della vita dei cittadini”. 

“I risultati elettorali di Palazzo Valentini se da una parte testimoniano la prima grande sconfitta della Sindaca Raggi e del M5S dall’altra ci dicono che il territorio della provincia resta ben rappresentato dai nostri consiglieri eletti” ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, commentando i risultati delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Metropolitano di Roma Capitale. “La Raggi non ha la maggioranza in Consiglio: l’approssimazione palesata in questi mesi dal M5S con le sue lotte interne e con le sue contraddizioni ha prodotto questo risultato abbastanza clamoroso. Un risultato che obbliga la Raggi a iniziare un percorso aperto alla discussione e alla partecipazione di tutte le forze politiche rappresentate nel nuovo Consiglio Metropolitano al fine di affrontare con lungimiranza e serietà le esigenze di un territorio intero e non solo circoscritto al Grande Raccordo Anulare. In bocca al lupo, dunque, a tutti i nuovi Consiglieri e soprattutto al primo degli eletti, Federico Ascani, che avrà la possibilità di proseguire il lavoro già avviato in questi ultimi anni nel Consiglio Metropolitano con impegno e determinazione. Nota dolete invece – ha concluso Minnucci – è la mancata elezione di Mauro Alessandri che fa perdere al Consiglio Metropolitano un elemento di indiscusso valore politico e istituzionale”.

Giallo durante la giornata per Matteo Manunta. Il giovane consigliere civitavecchiese nel pomeriggio è stato proclamato eletto per errore: gli sono mancati 4 voti di Civitavecchia. “Sono dispiaciuto perché Civitavecchia non sarà rappresentata in Consiglio metropolitano – dichiara Manunta -. I voti che mi sono mancati? Valuteremo in seguito”.

ULTIME NEWS