Pubblicato il

Acqua Claudia, amministrazione vicina ai lavoratori

ANGUILLARA SABAZIA – Si è tenuto ieri mattina alle ore 11 presso il Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per la Politica Industriale e la competività, struttura crisi di impresa il tavolo tecnico per i lavoratori dell’Acqua Claudia richiesto dall’amministrazione comunale di Anguillara.
Al tavolo di crisi tenutosi presso la sede dello stesso Ministero Direzione Generale per la Politica Industriale e la competitività  – Struttura Crisi di Impresa, hanno partecipato per il Comune di Anguillara la Sindaca Sabrina Anselmo, la Presidente del Consiglio Comunale Silvia Silvestri, la Dott.ssa Viviana Normando Assessore alla Cultura e Turismo in particolare in merito al Parco Archeologico sito nello stabilimento, la funzionaria del Ministero Dott.ssa Chiara Cherubini, le organizzazioni sindacali CGIL CISL e i delegati USB, i preposti della Regione Lazio e della Polizia Mineraria della stessa Regione, il Curatore Fallimentare Avv. Mario Pecoraro e i suoi collaboratori. L’Amministrazione di Anguillara Sabazia ci ha tenuto molto ad essere vicina ai lavoratori ed alle loro famiglie scendendo in campo in particolare per loro ma anche proprio a difesa e a tutela del territorio nonché del patrimonio storico archeologico. «Lo stabilimento dell’Acqua Claudia e il parco archeologico che vi è al suo interno – ha detto la Sindaca Sabrina Anselmo – sono risorse imprescindibili per il nostro territorio e abbiamo voluto proprio richiedere questo tavolo di crisi per le nostre forti perplessità nei confronti della proposta di concordato che ha individuato per l’acquisto del patrimonio citato una societa’ con un capitale sociale inadeguato per garantire finanche l’assunzione rinnovata dei dipendenti nonché il rilancio del marchio Acqua Claudia, un Brand ad oggi in fortissima crisi di immagine ed economica. Abbiamo il timore che si possano ripresentare presto situazioni del passato ove invece si desidera guardare avanti con garanzie certe e concrete. Abbiamo richiamato l’attenzione e continueremo a farlo di tutti gli addetti ai lavori e delle Istituzioni preposte ad essere vigili sul fallimento dell’Acqua Claudia al fine di potere favorire una ricrescita a breve termine dopo tanti anni di declino».
«Ho già avuto modo di interessarmi alla loro situazione e di sedermi ad un tavolo – e sono felice che ci sia stato questo tavolo di incontro in cui l’amministrazione ha concretamente appoggiato i lavoratori».

ULTIME NEWS