Pubblicato il

Guida in stato d’ebbrezza: due denunce della Polstrada

Guida in stato d’ebbrezza: due denunce della Polstrada

Raffica di controlli nel finesettimana con particolare riguardo al trasporto merci e passeggeri sull’Aurelia

TARQUINIA – Controlli incessanti della Polizia Stradale. Gli uomini della Sezione di Viterbo e dei distaccamenti di Tarquinia e Monterosi, durante lo scorso fine-settimana, infatti, hanno effettuato attività di pattugliamento e monitoraggio dei flussi veicolari, con particolare riguardo al trasporto merci e passeggeri. Sulle principali direttrici provinciali ed in maniera specifica sulla SR3 “Flaminia”, sulla SS1bis “Aurelia” e sulla SR2 “Cassia”, nell’ambito dei dispositivi previsti nel piano regionale di prevenzione e repressione delle infrazioni al codice della strada, sono state effettuate una serie di verifiche da parte degli equipaggi della Polstrada, sotto la direzione del Dr. Porroni: 114 sono state le autovetture e 121 le persone controllate; 35 i soccorsi prestati; 30 le infrazioni al Codice rilevate, di cui 2, in particolare, hanno riguardato la guida in stato di ebbrezza alcolica, art.186 CDS, con conseguente denuncia penale per i rispettivi conducenti, entrambi sorpresi con tasso alcolemico oltre 1,5 mg/l; 80 gli automobilisti controllati tramite precursore; 1 patente di guida ed 1 carta di circolazione sono state ritirate, per un totale di 32 punti-patente decurtati. A tali controlli, si sono affiancati alcuni interventi per la rilevazione di incidenti stradali, un paio dei quali con lesioni alle persone e conseguente prognosi di una certa gravità, dovuti all’eccesso di velocità, a manovre imprudenti o alla guida in stato di ebbrezza alcoolica. «Non dobbiamo rischiare la nostra vita o quella di altri utenti della strada percorrendo le strade a velocità superiori ai limiti stabiliti dall’Ente gestore – affermano dalla Polstrada – inoltre, con l’approssimarsi dell’autunno, sempre più spesso gli automobilisti si trovano ad affrontare condizioni climatiche avverse per pioggia, nebbia, vento, in condizioni, quindi, di scarsa visibilità o precaria aderenza dei veicoli all’asfalto; a tali situazioni, poi, non dobbiamo sommare azioni imprudenti».

ULTIME NEWS