Pubblicato il

Inquinamento marino: Cerveteri in prima linea

CERVETERI –  Forse non sono in molti a sapere che Cerveteri è in prima linea su un tema importante come l’inquinamento marino e dei fossi. Il dottor Daniele Biscontini di Emersum  ha fatto un lavoro eccezionale in questi ultimi mesi per arrivare a questo risultato ed è così che su un progetto da lui sviluppato insieme all’assessorato all’ambiente, il comune di Cerveteri vince un bando per un finanziamento di 13.500 euro per avviare un sistema di monitoraggio e prevenzione dell’abbandono dei rifiuti sul litorale. Progetto presentato nel bando della Città Metropolitana per la realizzazione di interventi volti a incrementare la raccolta differenziata nei Comuni del litorale, finanziato con i fondi regionali della DGR 547/2014. «Il progetto ha un profilo molto concreto – dice l’assessora Gubetti – infatti, in collaborazione con la Multiservizi Caerite, che cura il servizio di pulizia degli arenili, e con la ATI Camassambiente/ASV, che cura i servizi di igiene urbana, avvieremo delle azioni pratiche come implementare i contenitori per la raccolta differenziata sulle spiagge libere di Campo di Mare. Saranno inoltre posizionate lungo i corsi d’acqua che attraversano il nostro territorio delle barriere galleggianti per intercettare i rifiuti galleggianti. Di fondamentale importanza è che tutti i rifiuti che saranno raccolti verranno separati e avvitati agli impianti di riciclo. Partirà in aggiunta anche una campagna di comunicazione e sensibilizzazione attraverso una pagina dedicata su Internet, che avrà lo scopo di aiutare i cittadini a ridurre e differenziare meglio i propri rifiuti». I rifiuti marini, come si sa, sono materiali abbandonati dall’uomo che galleggiando sulla superficie del mare e dei corsi d’acqua possono arrivare sulle nostre spiagge oppure giacere sui fondali.
 

ULTIME NEWS