Pubblicato il

Intensificati i controlli

Intensificati i controlli

Dopo la recente ondata di furti, i Carabinieri a tappeto sul territorio. Il presidente Musardo: «Una nostra delegazione a Nola per presentare alla città e alle autorità per la sicurezza il progetto del Controllo del vicinato»

CERVETERI – Si è assistito all’interesse di alcuni criminali che al finire dell’estate hanno prolungato evidentemente le loro “ferie” prendendo di mira le frazioni di Cerveteri mettendo a segno dei colpi a dire il vero squadernati che hanno prodotto più danni che bottino. Basti pensare all’espianto del distributore di profilattici alla farmacia di Due Casette, bottino cinquanta euro, alla tabaccheria Cuomo a Cerenova, bottino alcune serie di gratta e vinci ma per contro una vetrina blindata fracassata, il tentativo di scassinare le casse automatiche del distributore di carburante Q8 di Furbara, non riuscito, qualche furto in appartamento a Cerenova ultimi dei quali il tentativo operato nella notte di domenica con il tentativo di furto in una serie di villini attigui, cinque per l’esattezza, tutti ormai disabitati, dove sono stati presi a martellate anche le sirene degli allarmi. Dove sono riusciti ad entrare non hanno trovato niente di valore da asportare se  non un televisore e cibo in scatola, ma ritenuto buono anche quello. Da quella domenica notte non è successo più niente. C’è da dire che i Carabinieri sono scesi in campo intensificando i controlli anche notturni, e di questo si sono resi conto i cittadini che attraverso i social lo hanno sottolineato con soddisfazione. Sembrerebbe anche, ma non è ancora ufficiale, che a seguito di questo lavoro intensificato, sia caduto nella rete qualche pregiudicato non proprio a posto con la propria posizione. Soddisfatto il presidente del comitato per il Controllo del vicinato Enzo Musardo, infaticabile nell’istruire gli aderenti a come si difende il bene comune dando anche una occhiata ai beni degli altri, segnalando alle forze dell’ordine non solo palesi tentativi di azioni delinquenziali, ma anche quanto di sospetto, movimento di mezzi  o personaggi  dai comportamenti strani o irrituali. Ci dice Enzo Musardo, ex colonnello dell’aeronautica in pensione:  «In questa stagione è cresciuto il numero degli aderenti collegati tra loro in un gruppo WhatsApp e con le forze dell’ordine. Ormai il principio operativo gira a meraviglia tanto che domani una nostra folta delegazione si recherà a Nola in Campania per trasmettere la loro esperienza ai cittadini, al sindaco e alla giunta, nonché alle forze dell’ordine. Spiegheremo il nostro progetto ed indicheremo come implementarlo».

ULTIME NEWS