Pubblicato il

Ottobre rosa: Asl Rm4 scende in campo a Ladispoli contro i tumori al seno

Ottobre rosa: Asl Rm4 scende in campo a Ladispoli contro i tumori al seno

LADISPOLI – La Asl Roma 4 in adesione alla campagna “Ottobre Rosa” per la prevenzione del tumore al seno promossa dalla Regione Lazio, metterà a disposizione a Ladispoli il presidio mobile per effettuare le mammografie. La mammografia è un esame diagnostico efficace, in grado di rilevare precocemente la presenza di noduli non ancora palpabili. 

L’Ottobre Rosa offre alle donne nelle fasce di età 45-49 e 70-74 anni, cioè quelle non comprese nella fascia garantita dal programma di screening, l’opportunità di prenotare una mammografia gratuita per tutto il mese di ottobre nelle strutture sanitarie che partecipano all’iniziativa. Per le donne tra i 50 e i 69 anni i percorsi di screening gratuito sono invece  attivi tutto l’anno sul territorio delle aziende sanitarie.

Il direttore generale Giuseppe Quintavalle, ha risposto all’esigenza territoriale del Comune di Ladispoli, e alla proposta dell’associazione Andos di Ladispoli mettendo a disposizione l’unità mobile per le mammografie della Asl .

Sabato 29 ottobre, a partire dalle 9 in piazza Marescotti a Ladispoli, sarà quindi a disposizione il personale specialistico e medico del servizio screening della Asl Roma 4, presso l’unità mobile di mammografia, per tutte le donne che vorranno partecipare in forma gratuita alla campagna di prevenzione e diagnosi del tumore alla mammella.

“Ancora una volta l’azienda sanitaria si pone in prima linea nel rispondere alle necessità territoriali, per prevenire un male che colpisce una donna su otto, ma che oggi grazie alla diagnosi precoce, si può curare – hanno spiegato dalla Asl – la strada migliore è sempre l’informazione e la prevenzione, che deve iniziare già tra le mura domestiche, con l’autopalpazione mensile e uno stile di vita sano, e successivamente con i controlli annuali da eseguire presso i medici specialisti e controlli mammografici biennali. Essere indirizzate verso un percorso di diagnosi e cura corretto è fondamentale per combattere questa patologia. Con la presa di coscienza del proprio corpo, e l’appoggio di un sistema sanitario che è in grado di garantire la diagnosi precoce, è possibile vincere in primo luogo la paura di essere colpite da questo male”.

L’Andos e il sindaco di Ladispoli hanno ringraziato il dottor Quintavalle per la sua sensibilità ad un tema delicato ed importante come quello della prevenzione del tumore al seno, e tutto il personale addetto allo screening della Asl Roma 4 che si renderà disponibile per la buona riuscita dell’iniziativa. 

ULTIME NEWS