Pubblicato il

Mareggiata: nuova minaccia per Porto Clementino

Mareggiata: nuova minaccia per Porto Clementino

Il sito archeologico è a grave rischio a causa dell’erosione. Intanto però qualcosa si muove dopo l’appello del Comitato. All’invito dei cittadini rispondono il gruppo politico ‘‘Rinnova’’ e il consigliere regionale Daniele Sabatini

TARQUINIA – Violenta mareggiata ieri a Tarquinia. Torna a far tremare lo stato in cui versa Porto Clementino che attende da tempo un intervento urgente per la tutela e la salvaguardia. La violenta mareggiata di ieri ha riportato alla luce, come segnalano alcuni cittadini, nuovi segni di costruzioni, muretti, sagome di insediamenti che rischiano però di essere inghiottiti per sempre dal mare, se non si interviene con somma urgenza. Mentre il mare ed il maltempo rappresentano una minaccia costante, sembra tuttavia che qualcosa si stia muovendo. A quanto pare, la commissione riunitasi martedì avrebbe prodotto qualcosa di buono, come annuncia lo stesso Giuseppe Zanoli, rappresentante del comitato che ha raccolto ben 3500 firme per chiedere alle istituzioni la tutela del sito del Lido di grande importanza storica e archeologica. «Riunione costruttiva della commissione per il Porto Clementino – ha spiegato Zanoli – è stato individuato chi può decidere il primo intervento per salvare l’erosione. A fine mese ci riuniamo e ne sapremo di più». Alla commissione erano presenti l’assessore Angelo Centini, il presidente del consiglio comunale Armando Palmini, il consigliere Marcello Maneschi, il rappresentante del comitato Zanoli, Carlo Antonelli e Mario Mandolesi.

Proprio il comitato, nelle scorse settimane, aveva lanciato un appello ai partiti politici affinché adottino Porto Clementino e si prendano a cuore la causa del sito gravemente minacciato. Pronta la risposta del gruppo politico di centrodestra ‘‘Rinnova’’. «Scegliamo di condividere con voi questa battaglia ed unire a voi le nostre forze – ha risposto il gruppo politico di Manuel Catini – Meritate sostegno per il coraggio e la determinazione con la quale state portando avanti questa iniziativa. Il movimento politico ‘‘Rinnova’’’ è a disposizione per qualsiasi azione si intende decidere di intraprendere. Il Movimento sostiene la battaglia a favore della salvaguardia di un luogo ricco di storia, cultura, memoria e che non deve essere assolutamente dimenticato, ma trasformato in uno dei punti di maggiore interesse turistico di Tarquinia e del Lido, in particolar modo. Siamo pronti a sostenere gli amici di Porto Clementino nel loro lavoro e ci mettiamo a disposizione per collaborare a questa giusta causa, per il bene di Tarquinia. Perché Rinnova ama Tarquinia». Anche Daniele Sabatini, quale rappresentante del territorio presso la Regione Lazio, non ha mancato la sua risposta all’appello dei cittadini di Tarquinia. «Grazie per aver sollevato di nuovo una questione che riguarda buona parte del litorale laziale e il nostro in particolare» Il consigliere Sabatini ha anche espresso piena disponibilità ad un incontro, a breve, con il comitato e per effettuare anche un sopralluogo. (a.r.)

ULTIME NEWS