Pubblicato il

Padre Adrian: ''Nella chiesa di S. Teresa funzioni sufficienti''

Padre Adrian: ''Nella chiesa di S. Teresa funzioni sufficienti''

PRATO DEL MARE. Il parroco interviene dopo le polemiche dei giorni scorsi

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – A chiudere le polemiche sulle problematiche riscontrate nel nuovo quartiere di Prato del Mare dal portavoce dei residenti Pietro Lanzafame, ed in particolare sulla mancanza di un parroco a tempo pieno che tenga aperta la chiesetta locale, è Padre Adrian della Parrocchia del Carmelo e responsabile anche della chiesetta di S.Teresa del Bambin Gesù, il luogo di culto situato proprio nel rione a nord della città.

Padre Adrian è rimasto molto sorpreso dalle dichiarazioni fatte al nostro giornale da Lanzafame perché, conoscendo il soggetto che più volte ha visionato la nuova chiesa, non si sarebbe aspettato rimostranze del genere.

«Di attività religiosa ne facciamo a sufficienza – commenta Padre Adrian – ad esempio dal 27 al 29 settembre c’è stato il triduo in onore di S. Teresa del Bambin Gesù, dove abbiamo celebrato messa, c’è stata una catachesi sulla figura della Santa a cui è dedicata la chiesa, abbiamo distribuito le rose consacrate benedette e fatto una piccola processione. Sono venute tantissime persone provenienti da Roma, da Santa Marinella, ma non c’era nessuno del nostro quartiere. Dunque non mi sembra che ci sia questa esigenza giornaliera di frequenza della chiesa. Questa parrocchia è sempre aperta nelle feste religiose come il Natale, il Capodanno e la Pasqua oltre ai sabati e alle domeniche per tutto l’anno. Le attività di catechismo, vengono svolte per motivi logistici e organizzativi, alla Chiesa del Carmelo. Non si può fare catechismo in questa chiesa perché non ci sono più di due bambini. Il rappresentante del quartiere si è lamentato dell’assenza di attività di svago? Noi abbiamo solo un giardino limitato e una sala dove si fa la confessione. Non abbiamo altri locali da mettere a disposizione degli anziani».

«Comunque – conclude Padre Adrian – non corrisponde al vero che la chiesa è abbandonata e mal tenuta. C’è un custode che, oltre a sorvegliare e controllare questo luogo di culto, provvede anche alla manutenzione del giardino».

ULTIME NEWS