Pubblicato il

Dehors, decide la commissione

Dehors, decide la commissione

Le richieste potranno essere presentate entro il 30 novembre. Marongiu: «Una risposta concreta nei confronti delle attività»

di GIAMPIERO BALDI

S. MARINELLA – Dopo aver approvato nell’aprile scorso il regolamento per l’istituzione dei dehors, lo spazio esterno di un esercizio commerciale per la somministrazione di bevande attraverso la realizzazione di apposite strutture, nell’ultima seduta pubblica sono state apportate le modifiche richieste dagli operatori economici. Tra queste la possibilità di realizzare un dehors che non superi i 40 metri quadrati, qualunque sia la superficie del negozio, sarà una commissione a valutare le richieste inviate, mentre sulla caratteristica piazza Trieste che ha un’area di 500 metri quadri, gli operatori ne potranno utilizzare solo 150, ed ogni dehors non potrà essere più ampio di 30 metri quadrati. Le richieste vanno presentate entro il 30 novembre in modo tale che prima dell’estate potranno avere l’autorizzazione. «Una risposta concreta nei confronti dei commercianti della città – ha dichiarato Marongiu – il quale darà un impulso certamente positivo allo sviluppo economico e turistico di Santa Marinella e Santa Severa, oltre all’aspetto del decoro urbano. Prima di discutere ed approvare questo regolamento – ha aggiunto l’assessore Marongiu – abbiamo voluto condividerlo con gli interessati, proprio per valutare le esigenze ed i suggerimenti della categoria. L’idea, oltre all’aspetto estetico, comunque fondamentale per una città turistica come la nostra, è quella di consentire a questa specifica categoria, in difficoltà al pari di tutte le attività produttive della nostra città, di ampliare le proprie attività e opportunità lavorative, offrendo così un servizio più efficiente, non soltanto nella stagione estiva. Con questo nuovo regolamento sarà consentito alle attività di somministrazione di alimenti e bevande in tutto il territorio di Santa Marinella e Santa Severa di occupare anche parte di marciapiedi e parcheggi pubblici e ad uso pubblico, con delle strutture coperte e chiuse sia parzialmente sia totalmente, per un periodo minimo di sei mesi ad un massimo di 1 anno rinnovabile, al fine di migliorare l’offerta turistica, commerciale, nonché il contesto urbano. Infatti attraverso delle tipologie limitate di strutture dehors, sarà migliorato anche l’aspetto esteriore del nostro tessuto urbano, garantendo contestualmente i necessari passaggi pedonali, nonché la sicurezza stradale e veicolare». «Con questo regolamento – ha aggiunto il sindaco Bacheca – andremo a disciplinare un settore molto sentito, in special modo dalla categoria, soprattutto dal punto di vista estetico attraverso la realizzazione di strutture adeguate al contesto urbano che potranno creare indubbie opportunità migliorative nell’offerta turistica e commerciale di Santa Marinella».

ULTIME NEWS