Pubblicato il

Santa Marinella, aiuti per le famiglie indigenti

Santa Marinella, aiuti per le famiglie indigenti

L’assessore Rosanna Cucciniello soddisfatta delle attività dei Servizi sociali

S. MARINELLA – L’assessore Rosanna Cucciniello si dice soddisfatta delle ultime attività messe in atto dall’ufficio Servizi sociali del Comune, che hanno lo scopo di dare un aiuto sostanzioso alle famiglie indigenti che potranno chiedere un contributo per pagare l’affitto mensile. «Le domande di richiesta di contributo – afferma la Cucciniello – dovranno essere redatte su appositi moduli che potranno essere ritirati sia presso l’ufficio servizi sociali del Comune o scaricati direttamente dal sito internet dello stesso. Le istanze dovranno essere inoltrate all’ufficio protocollo del Comune entro e non oltre il 23 novembre. La domanda dovrà contenere la copia di un documento di identità in corso di validità del richiedente e, qualora la domanda sia sottoscritta da persona diversa, copia del documento di identità anche di quest’ultima, oltre alla copia del contratto d’affitto regolarmente registrato». «Per quanto riguarda invece gli assegni di cura – continua la Cucciniello – questi dovranno essere finalizzati a realizzare sia l’assistenza domiciliare diretta che indiretta. L’assegno consiste nell’erogazione mensile di un contributo economico che può variare da un minimo di cento, ad un massimo di 600 euro mensili, sempre per un periodo massimo di sei mesi. Possono fare richiesta le persone residenti in uno dei Comuni del distretto socio-sanitario Rm F1 che presentino un indicatore Isee inferiore a 14 mila euro e che non siano già beneficiari di interventi similari. Gli interessati potranno presentare domanda presso l’ufficio protocollo del Comune entro e non oltre il 10 novembre, su apposita modulistica disponibile sia presso gli uffici dei servizi sociali sia sul sito internet”. “Anche in questo caso – conclude la Cucciniello – la domanda dovrà contenere la copia di un documento di identità, la copia del verbale della commissione sanitaria per invalidità civile e il certificato attestante il grado di non autosufficienza rilasciato dal medico curante”. (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS