Pubblicato il

Terremoto, paura anche in città

Terremoto, paura anche in città

In tanti hanno avvertito le scosse di ieri sera, in particolare quella più forte delle 21.18. Tam tam sui social. Anche la Protezione civile locale in stato di allerta  

CIVITAVECCHIA – Anche a Civitavecchia in tanti hanno avvertito le forti scosse che ieri sera hanno fatto tremare di nuovo la terra, nel centro Italia. Lampadari che oscillavano, leggeri movimenti dei mobili e tanta preoccupazione, come dimostra l’immediato tam tam sui social network, per avere conferme e chiarimenti. 

Due scosse, la prima di magnitudo 5,4 e la seconda di magnitudo 5,9, sono state registrate con epicentro in Valnerina, rispettivamente alle 19:11 e alle 21:18. La seconda scossa ha avuto epicentro alla profondità di 8,4 chilometri nella zona di Ussita (Macerata), tra Visso e Castel Sant’Angelo sul Nera.

Fino alle 23 sono state circa 60 le scosse localizzate dalla Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) nel centro Italia. Tra il terremoto di magnitudo Richter 5.4 e quella di magnitudo 5.9, si sono verificati 5 eventi di magnitudo maggiore o uguale a 3.0. Successivamente al terremoto di magnitudo 5.9 e fino alle ore 23.00 italiane, sono stati 18 i terremoti di magnitudo maggiore o uguale a 3.0. Le scosse sono state localizzate nella zona al confine tra Marche e Umbria, a nord dell’area attivata il 24 agosto. I due epicentri sono ubicati tra le province di Macerata, Perugia e Ascoli Piceno.

Anche la Protezione civile locale, come accade sempre in casi simili, è in stato di allerta. 

ULTIME NEWS