Pubblicato il

''La canapa una risorsa da rivalutare''

''La canapa una risorsa da rivalutare''

Lo ha spiegato Emiliano Stefanini di Allumiere nel corso del convegno svoltosi venerdì. Illustrati i molteplici usi e le iniziative di legge della Regione

di GLORIA TROTTI

ALLUMIERE – Si è tenuto lo scorso venerdì presso l’Aula Marconi nel piazzale Aldo Moro il convegno: ‘’La filatura della canapa e il Cnr’’; a promuovere questo evento il Cnr e tra i relatori anche il responsabile di ‘’Canapa Live’’ di Allumiere Emiliano Stefanini e il consigliere regionale Gino De Paolis. Mediatrice dell’evento Cinzia Caporale (rappresentante e portavoce del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e del Ministero della Salute); per la Regione Lazio oltre al consigliere regionale Gino De Paolis c’erano gli onorevoli Daniele Fichera, Alessandra Terrosi, Adriano Zaccagnini, Mario Della Tor e Vittoria Ferraresi. Ad aprire la giornata Beppe Croce (presidente Feder Canapa) mentre a introdurre è stato Giampaolo Grassi (Crfa Cin di Rovigo). «La canapa è una risorsa da rivalutare e le filiere da sviluppare – spiega da Allumiere, Emiliano Stefanini – è stata un’importante e interessante giornata di studio e approfondimento organizzata dalla dottoressa Patrizia Screpanti, con la quale mi congratulo e ringrazio per l’opportunità concessa a me e al consigliere regionale Gino De Paolis. Oltre ad illustrare le politiche e le iniziative di legge della Regione Lazio insieme al consigliere Daniele Fichera, come in ogni posto dove ho avuto l’opportunità di pronunciarmi sul tema, non ho esitato a ripetere che la canapa sarà definitivamente libera solo nel momento in cui sarà possibile a tutti coltivarla ed utilizzarla in ogni sua forma e genere. La canapa ha perso tre grandi conflitti, il primo contro la società della plastica, il secondo contro la mancanza di modernizzazione agronomica e industriale e il terzo contro la pratica dell’infamia e della menzogna, che ha ridotto le migliaia di utilizzi della pianta ad uno solo, quello psicotropo e guarda caso l’unico illegale». Durante il convegno hanno, inoltre, raccontato le loro esperienze vari operatori che lavorano la canapa. Gli usi della canapa sono, infatti, molteplici sia alimentare (seme, olio, farina e raccolta dei prodotti) e come materia prima (coltura, prima trasformazione, tessile, carta, bioplastica, tecnologia, fitodepurazione, bioedilizia e meccanica). Anche in collina la canapa si sta utilizzando in vari modi e l’associazione ‘’Canapa Live’’ promette di impegnarsi per utilizzarla sempre di più.

ULTIME NEWS