Pubblicato il

Pattuglie della Polstrada in ausilio delle popolazioni colpite dal sisma

Pattuglie della Polstrada in ausilio delle popolazioni colpite dal sisma

La Prociv ha invece consegnato a Torrita un gruppo elettrogeno

TARQUINIA – Con le nuove scosse dei giorni scorsi, la situazione già precaria delle zone colpite dal terremoto del 24 agosto si è ulteriormente aggravata e la presenza degli uomini della Polizia stradale della provincia di Viterbo è tuttora imprescindibile al fine di assicurare i servizi di viabilità, filtraggio, staffetta ed “antisciacallaggio”, che rappresentano i compiti primari cui è preposta la Specialità.Il contributo viene fornito da personale aggregato proveniente da molte Sezioni d’Italia e, in questi giorni, anche da 4 operatori appartenenti alla Sezione di Viterbo. Gli agenti stanno dando il loro contributo professionale alla causa, portando a quelle persone così provate un po’ di sostegno, conforto, vicinanza e solidarietà. Come noto, gli uomini della Polstrada territoriale sono stati tra i primi equipaggi a raggiungere le località colpite dal terremoto, impegnandosi immediatamente nelle attività di soccorso iniziali e negli essenziali servizi specifici relativi alla viabilità. Un servizio “silenzioso” ma fondamentale, in considerazione del fatto che tutti i soccorsi, gli aiuti ed i mezzi d’opera, ma anche gli stessi cittadini di Amatrice e delle località limitrofe debbono poter avere a disposizione delle strade di accesso percorribili e sicure.

Anche il gruppo comunale della Protezione civile di Tarquinia sta facendo la sua parte. In questi giorni si sono recati al campo base di Torrita, frazione di Amatrice. «Su richiesta del dipartimento della Regione Lazio, ci siamo portati a Torrita per consegnare il nostro gruppo elettrogeno da 50 kw. – affermano i volontari – Rimaniamo a disposizione per ogni eventualità, a fronte di un’emergenza che ha assunto dimensioni immani».

ULTIME NEWS