Pubblicato il

Festa del vino novello

Festa del vino novello

Oggi dalle 10 alle 18 alla Cantina di Cerveteri degustazione di ‘‘Cinque Rubbi’’ con prodotti tipici e castagne. Il presidente Mauro De Carolis: «Un’etichetta di eccellenza, prodotte 60mila bottiglie»

di TONI MORETTI

CERVETERI – Oggi si stappa il vino novello alla Cantina di Cerveteri ed è festa. Si festeggia e si assaggia il ‘Cinque Rubbi’, il novello diventato ormai mitico, per la freschezza al palato che procura e che denota la cura e l’attenzione enologica  che gli viene riservata. 
La cantina di Cerveteri, dopo la cura da cavallo proferita dalla abilità manageriale, ormai indiscussa perché consolidata dai risultati, del suo presidente e amministratore avvocato Mauro De Carolis, che trovata in condizioni alquanto critiche. La riassesta, la rilancia con aggiustamenti sull’organizzazione interna del lavoro, da una sterzata che rimette in carreggiata i conti e la riafferma come realtà internazionale, messaggera  nel mondo di una terra che dalla sua tradizione, e la cantina Fontana Morella la incarna nella capacità che ha avuto negli anni di tramandarla, e dalle sue terre graziate da un clima eccezionale che rende le uve  curate con sapienza antica ben coniugata con mezzi moderni di produzione, protagoniste di vini eccezionali  apprezzati ormai in Europa (Olanda, Germania Bulgaria), in Russia, in Cina, in Canada e in Giappone). Ma ciò non ha turbato né  snaturato la vocazione territoriale dell’azienda che con la sua rivendita in sede è punto di riferimento di tutto il territorio e dove oggi invita a passare un giorno insieme, in nome  del  gusto unico, dedicato al nuovo nettare 2016 IGP Lazio, sia bianco che rosso che quest’anno si prevede più lucente grazie al suo nuovo look tutto da scoprire. 
Seguendo le indicazioni meteo che per oggi danno pioggia, la degustazione, contrariamente a come si è quasi sempre fatto, sarà ospitata all’interno. Dalle 10 alle18 quindi, tutti in cantina a degustare il novello con prodotti tipici e castagne. 
«Il novello 2016 si è ricavato dalle uve di Cerveteri negli uvaggi di Merlot, Montepulciano e Syrah lavorati con il tradizionale metodo della macerazione carbonica e la tecnica del beaujoulais.  E’ un vino, del quale sono state prodotte 60mila bottiglie, che riassume in se tradizione e passione e che, rappresenta una etichetta di eccellenza di Cantina Cerveteri». Dice il presidente Mauro De Carolis, che naturalmente aspetta tutti alla festa.

ULTIME NEWS