Pubblicato il

Aggressione a Pascucci: la solidarietà del mondo politico

CERVETERI – ‘‘Un gesto incivile e increscioso” è il coro unanime del mondo politico nel definire l’aggressione occorsa al sindaco Alessio Pascucci  nella serata di domenica presso la frazione di Cerveteri il “Boietto”  Come abbiamo già ampiamente riportato, il sindaco, arrivato per primo sul posto, prima ancora delle forze dell’ordine e dei soccorsi, viene aggredito da un energumeno perché lamentava che nessuno era ancora arrivato a liberare le strade dai detriti provocati dal passaggio della tromba d’aria. Si pensi che non era ancora trascorsa un’ora dall’accaduto. Ma anche se fosse non si può ritenere civile un comportamento del genere e di questo avviso sono tutti i rappresentanti delle forze politiche cerveterane, di maggioranza e di opposizione.  Angelo Galli che fu avversario di Pascucci alle scorse elezioni come candidato a sindaco per la lista Polverini oggi avvicinatosi al gruppo di Raffaele Fitto, esprime:  «Grande solidarietà al sindaco. Si può essere avversari sul piano politico, ma le questioni non si risolvono con le mani. Chi usa le mani passa automaticamente dalla ragione al torto». Lamberto Ramazzotti, il politico per antonomasia per la “lunghezza” della sua carriera politica che sembra sempreverde,  civico di opposizione,  si dice sconcertato «chi usa le mani per dipanare ogni tipo di questione è un incivile chi poi lo fa con chi rappresenta le istituzioni, ha bisogno di farsi curare». «Grande solidarietà al sindaco – afferma lapidario il presidente del Consiglio Orsomando – Queste cose non si fanno. Ti posso dire che le mani no. Va bene la contestazione e l’avversario politico ma la violenza non esiste come forma di espressione. Io spero che l’amministrazione, visto che l’accaduto rientra tra le calamità naturali, ripeto spero che  l’amministrazione si rivolga nel modo giusto agli enti sovracomunali per  far ottenere il risarcimento dei danni a chi li ha avuti. Solidarietà prima di tutto alla persona e poi alla figura istituzionale. È stata una cosa incresciosa. Esprimo grande vicinanza al sindaco». E lo stesso fa Marco Catalini in nome del PD commissariato: «L’episodio è increscioso e deprecabile –  dice – Esprimo a nome del partito solidarietà e vicinanza alla persona del sindaco e al suo ruolo istituzionale». Incalzano poi Carmelo Travaglia e Riccardo Ferri,  rispettivamente capogruppo e consigliere del PD.  «Non si può ricorrere a questi metodi in una società civile. Chi aggredisce ha sempre torto». Dice Travaglia e Ferri lo incalza esprimendo vicinanza e solidarietà che arriva anche dal pentastellato Alessandro Magnani che vuole sottolineare: «Siamo contrari, noi di cinquestelle, ad ogni forma di violenza  e quindi esprimo grande solidarietà al sindaco Pascucci. Comprensibile l’esasperazione dei cittadini ma non si riesce a capire perché reagiscono così male anche verbalmente. Sono episodi che condanniamo ma che purtroppo succedono molto spesso». Solidarietà e vicinanza arriva anche da Futuro Democratico, associazione politica del Pd animata dall’ex segretario di circolo Alessandro Gnazi, che ha diffuso una nota. Grande bagarre poi sui social dove  c’è uno scontro in atto tra i figli di quelle madri che sono sempre incinta e le persone civili e di buonsenso.

To. Mo.
 

ULTIME NEWS