Pubblicato il

Tromba d'aria: grande lavoro di squadra sul territorio

Tromba d'aria: grande lavoro di squadra sul territorio

Il risk manager Valentino Arillo coordina il Coc di Ladispoli: "Ci siamo trovati di fronte a scene devastanti" Sul posto i volontari di protezione civile del centro intercomunale. Il sindaco Cozzolino: "Massima collaborazione e solidarietà" 

CIVITAVECCHIA – Massima collaborazione e solidarietà da parte del sindaco Cozzolino ai colleghi di Ladispoli e Cerveteri, oggi alle prese con la conta dei danni subiti per il passaggio della violenta tromba d’aria di ieri.

“Alle comunità di Ladispoli e Cerveteri va la più sentita solidarietà della città di Civitavecchia: alle famiglie delle vittime il nostro cordoglio. Come istituzioni abbiamo il preciso dovere di offrire tutta la collaborazione possibile nell’interesse dei cittadini del territorio – ha spiegato Cozzolino – per questo la Protezione Civile di Civitavecchia, coordinata dal responsabile Valentino Arillo, è già sul posto a Ladispoli dalle ore immediatamente successive i fatti per offrire tutto il nostro supporto coordinando il lavoro dei volontari nostrani con le varie forze presenti sul posto.  Ringrazio Arillo ed i volontari della Protezione Civile per il consueto impegno, svolto con passione, che offrono alle città con il loro lavoro”.

Proprio il risk manager Arillo è stato indicato dal sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta, in accordo con la Prefettura ed i carabinieri, come coordinatore del Coc, il centro operativo comunale immediatamente attivatosi sul territorio che vede la collaborazione di tutte le strutture operative locali, dalla Polizia ai carabinieri, dai Vigili del fuoco alla Polizia locale, agli uffici comunali ed associazioni di volontariato.

“Abbiamo gestito l’emergenza nelle prime ore – ha raccontato Arillo – disponendo la chiusura delle scuole e le verifiche e sopralluoghi per valutare la staticità degli stabili coinvolti. Polizia e Carabinieri e Guardia di finanza, nella notte, hanno anche attivato dei controlli anti sciacallaggio, specie in quelle zone rimaste al buio. Il centro è stato chiuso a mezzanotte e mezza, per poi riaprire questa mattina, sempre in stretto contatto con Prefettura e Regione Lazio. Con le luci dell’alba si sono visti in modo chiaro i danni: ci siamo trovati di fronte scene devastanti. Diverse centinaia le persone che si sono recate in Comune per compilare la modulistica relativa ai danni subiti”. Arillo ha quindi sottolineato il buon lavoro di squadra che è stato messo in campo, spiegando come il Coc sarà operativo finché il Sindaco non dichiarerà cessata l’emergenza. “Grande apporto e lavoro dei volontari della Protezione civile – ha concluso – coordinati dalla sala radio attivato nella sala attigua al centro operativo, con l’ausilio anche dei radioamatori, utilizzando le nuove tecnologie di trasmissione radio messe a punto dal gruppo di Civitavecchia”. 

ULTIME NEWS