Pubblicato il

''Lo spostamento del mercato ha creato solo disagi e pericoli''

''Lo spostamento del mercato ha creato solo disagi e pericoli''

MONTALTO. Il consigliere comunale del Pd Fabio Valentini torna a puntare il dito contro le scelte della giunta Caci. «Non condivido i cambiamenti inutili, fatti solo per cambiare. Invece di portare benefici alla collettività la danneggiano»

MONTALTO DI CASTRO – Ancora dito puntanto contro lo spostamento del mercato settimanale in pieno centro cittadino a Montalto di Castro. Il consigliere comunale del Pd Fabio Valentini torna a puntare il dito contro la scelta dell’amministrazione Caci. «Il “mercato del giovedì”, da anni situato in piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa, è stato spostato da alcuni mesi in via Aurelia Tarquinia, ossia al centro del nostro paese. Personalmente – dice Valentini – ho avuto dei dubbi da subito, soprattutto sul piano logistico e della sicurezza degli utenti, dei commercianti e dei cittadini. Infatti, la zona in cui da anni si teneva il mercato, è un ampio piazzale adibito prevalentemente a parcheggio, la cui chiusura del giovedì mattina non ha mai creato disagi né alla circolazione né ai cittadini che frequentano il mercato o comunque detta zona. I veicoli hanno potuto sempre raggiungere ogni punto del paese perché questa piazza è circondata dalla strada, motivo per il quale non sono mai state necessarie deviazioni del traffico o attenzioni particolari. Tuttavia l’amministrazione, nonostante tutto funzionasse alla perfezione, ha preferito “metterci del suo” e stravolgere la situazione, spostando il mercato in perfetto centro». «Fin da subito si sono manifestati i disagi conseguenti a tale scelta – spiega Vaòlentini – In primis il divieto di parcheggio e di circolazione fin dalle prime ore del mattino su tutta via Aurelia Tarquinia, dove ci sono molte attività commerciali. Ovviamente, tale chiusura al traffico ha di fatto obbligato deviazioni ed a trasformare via Gravisca in strada a doppio senso, perché altrimenti il paese sarebbe stato diviso in due, modifiche che essendo provvisorie, devono essere predisposte con opportuna segnaletica all’alba di ogni giovedì. Purtroppo, vi sono altri aspetti critici come le difficoltà delle attività nel ricevere le merci o altri servizi durante le ore del mercato e la sicurezza delle persone, soprattutto in prossimità delle deviazioni, dove sembrerebbe addirittura che si siano verificati degli incidenti. Posso capire tutto, inclusa la voglia di emergere con scelte innovative, ma non capisco né condivido i cambiamenti inutili, fatti solo per cambiare, che di fatto invece di portare benefici alla collettività la danneggiano e che comportano dei costi aggiuntivi». Spero che nel caso specifico, avendo accertato il fallimento di questa bizzarra idea, prevalga il buon senso e che venga fatta retromarcia dall’amministrazione comunale sulla collocazione del mercato. (a.r.)

ULTIME NEWS