Pubblicato il

Civitavecchia, Pascale: "Il M5S ha le idee confuse su cosa sia la democrazia"

Civitavecchia, Pascale: "Il M5S ha le idee confuse su cosa sia la democrazia"

CIVITAVECCHIA – “Il Movimento cinque stelle ha avuto sempre le idee confuse su cosa sia la democrazia”. 

Sono le dichiarazioni di Mario Michele Pascale, del Consiglio nazionale del Partito socialista italiano, rivolte al sindaco Antonio Cozzolino che accusa di aver impedito alla Conferenza dei capigruppo di «approfondire – prosegue – temi importanti per la collettività. Il consiglio, lo ripeto per l’ennesima volta, è un organo realmente rappresentativo perché i suoi componenti sono eletti dai cittadini. Esso si autogoverna, coordinato dal presidente, che viene nominato dai consiglieri. Non dal Sindaco, il quale – spiega Pascale – non può intervenire nei meccanismi di funzionamento dell’organo, né può “sfiduciarlo”, minimizzandone ruolo e poteri. Tentare di depotenziare il presidente del Consiglio comunale e la conferenza dei capigruppo vuol dire mancare di rispetto ad ogni consigliere e ad ogni singolo cittadino che si è recato alle urne”. 

Pascale punta il dito sui pentastellati e identifica un problema politico diviso in due parti: “Il Sindaco – dice –  terminata la spinta propulsiva del tanto agognato rinnovamento, frana su se stesso, mettendo in scena tra promesse mancate, repentini voltafaccia, ambientalismo dimenticato e denaro sporco di sangue un vero e proprio circo equestre.  Il potere – passa al secondo punto – dà alla testa. Essere sindaco, in una democrazia – conclude il socialista – vuol dire servire la collettività, non diventare un piccolo duce”.

ULTIME NEWS