Pubblicato il

Ladispoli, il Consiglio approva il piano regolatore

Ladispoli, il Consiglio approva il piano regolatore

LADISPOLI – «Con immensa soddisfazione informo che il consiglio comunale ha votato l’ultima osservazione al PRG la 476. Verrà tutto inviato alla Regione Lazio per l’approvazione definiva. Ringrazio tutti specialmente coloro che hanno collaborato in maniera volontaria e gratuita alla soluzione di questo importante argomento urbanistico».
Con queste parole il presidente della Commissione urbanistica Nardino D’Alessio ha annunciato il termine dell’iter per l’approvazione del piano regolatore della città di Ladispoli. Un punto focale presente nel programma elettorale del 2012 con il quale il sindaco Crescenzo Paliotta ha ricevuto il secondo mandato a governare la città.
Già durante l’anno i cittadini si erano resi conto della celerità con cui procedeva spedito l’iter per l’approvazione del Prg.
«Manterremo l’impegno di analizzare tutte le osservazioni per arrivare nei tempi previsti alla stesura finale del Prg che sarà inviato alla Regione Lazio – aveva dichiarato pochi mesi fa il preidente del consiglio Cagiola – In aula stiamo procedendo con un metodo di lavoro molto snello, le osservazioni che meritano un approfondimento sono rinviate al giudizio di una maxi commissione consiliare tecnico urbanistica, le altre sono subito sottoposte al voto del Consiglio comunale».
«Il nuovo Piano regolatore generale – aveva sottolineato il capogruppo del partito democratico e presidente della commissione urbanistica Nardino D’Alessio –  è uno strumento fondamentale per la crescita della nostra città e ci auguriamo di poter inviare alla Regione Lazio tutta la documentazione entro la primavera. Il nuovo Prg è la premessa per il rilancio economico di Ladispoli, per un recupero dei territori parzialmente compromessi e di una valorizzazione delle parti più belle da un punto di vista ambientalistico. Il nuovo Piano Regolatore di Ladispoli giunge dopo quasi 40 anni dall’approvazione del primo strumento urbanistico della città balneare».
Ora il piano e tutte le osservazioni approvate dal consiglio comunale saranno inviate alla regione Lazio per l’approvazione definitiva.

ULTIME NEWS