Pubblicato il

Immigrati, in arrivo il primo gruppo

Immigrati, in arrivo il primo gruppo

Saranno sistemati presso la tenuta della Farnesiana in virtù dell’adesione del proprietario al bando emesso dalla Prefettura. Grande preoccupazione tra i residenti: «Ci sentiamo abbandonati. Si doveva agire per tempo». «L’area è isolata ed ha strade dissestate. Non è accoglienza mettere 50 extracomunitari tutti in uno stesso posto»

ALLUMIERE – Non si spegne in collina l’eco delle proteste dovute alla notizia ormai certa che oggi o domani arriverà ad Allumiere il primo gruppo di immigrati diretti alla tenuta della Farnesiana visto che il proprietario Spellucci ha partecipato al bando della Prefettura volto alla ricerca di strutture disponibili all’accoglienza di extracomunitari. Quella che sembrava solo una chiacchiera è invece una realtà. «Ad Allumiere siamo molto solidali e non è che ci ribelliamo a questa scellerata decisione per razzismo – spiegano alcuni residenti – ma crediamo che l’integrazione sia un’altra cosa. Che accoglienza è mettere 50 e più persone in un posto? La Farnesiana è un posto lontano dal paese con strade dissestate. Questa zona della Farnesiana con il Borghetto è una meraviglia con questo centro accoglienza si snatura l’area. Purtroppo l’acquisto della tenuta dall’attuale proprietario è stato una jattura visto che non ha saputo sfruttarlo nel modo giusto e ora incurante di tutto lo ha trasformato in centro accoglienza». Scoraggiati e delusi i residenti della Farnesiana: «Siamo abbandonati da tutti – spiegano accorati – è troppo tardi, si doveva agire prima. Giovedì avremo un incontro con tutti i residenti ma temiamo che sia tardi. Abbiamo incontrato il sindaco e gli abbiamo consigliato di attivare uno Sprar così da dare un’accoglienza vera: verrebbero solo 3 immigrati ogni 1000 abitanti jn modo da dargli una degna accoglienza e arrivare a una vera integrazione e in più si potrebbe evitare che ne arrivino così tanti alla Farnesiana». Intanto si dicono preoccupati i residenti di Civitavecchia: «Urge che qualcuno ci spieghi bene cosa ha intenzione di fare il proprietario: portarli a Civitavecchia e mandarli allo sbaraglio? E poi cinquanta persone insieme che ogni giorno prendono il treno intasano anche i treni ingigantendo ancora di più il problema e i disagi dei pendolari». (red. pro.)

ULTIME NEWS