Pubblicato il

Consulta delle donne: una solida realtà di sostegno e aiuto

Consulta delle donne: una solida realtà di sostegno e aiuto

La volontaria Amelia Ciampi: "Circa una decina di donne - ha detto Amelia Ciampi, volontaria dell’associazione ha subito violenza domestica o stalking"

CIVITAVECCHIA – La giornata contro la violenza sulle donne riporta l’attenzione su un argomento tristemente attuale.

Ma sono molte le associazioni che si occupano di dare supporto alle donne in difficoltà, come la Consulta delle donne, attiva in città e nel territorio dal 1978.

“Circa una decina di donne – ha detto Amelia Ciampi, volontaria dell’associazione – tra quelle che si sono rivolte a noi – ha subito violenza domestica o stalking, anche donne anziane. In genere quando la donna prende coscienza della sudditanza scatta la molla del controllo nel partner”.

Ciampi ha spiegato che la violenza può essere fisica o psicologica e che difficilmente il colpevole è da cercare fuori dalla cerchia famigliare.

“Le donne – ha aggiunto la volontaria – che si rivolgono a noi appartengono ad ogni ceto sociale. In genere si tratta del marito o del compagno, mentre durante o dopo la separazione, in presenza di figli, nasce il problema del mantenimento o ricatti di tipo economico che influiscono sulla serenità della donna”.

Qui entra in gioco la Consulta, che può fare affidamento su due avvocati ed una psicologa per supportare le donne.

È attivo anche un gruppo di auto-mutuo aiuto che si raduna una volta a settimana. Il numero 0766500501 è sempre attivo, mentre la sede è aperta lunedì e giovedì dalle 10 alle 12 ed il mercoledì dalle 16 alle 18.

ULTIME NEWS