Pubblicato il

Galilei S. Marinella, violenza sulle donne: iniziative anche a scuola

Galilei S. Marinella, violenza sulle donne: iniziative anche a scuola

Nei giorni scorsi conferenza-performance per sensibilizzare i compagni

S. MARINELLA – Antecedentemente alla giornata mondiale contro la violenza maschile sulle donne, le classi 5^ G e la 5^ H del Liceo Scientifico e Linguistico Galilei, hanno proposto una conferenza-performance allo scopo di sensibilizzare e istruire i compagni più giovani sul fenomeno della violenza sulle donne. «Non in modo scolastico – sostiene uno studente tra gli autori e partecipanti al progetto – non dando cioè la lezioncina morale dell’amala e rispettala, puntando piuttosto a condividere con i compagni una serie di conoscenze, riflessioni e punti di vista». Esposizioni teoriche, letture commoventi, video, musica e un’ambientazione scenografica suggestiva, così il liceo ha celebrato la Giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne, al grido di ‘‘Non si tratta d’amore’’, per dire no alla gelosia, no alle percosse, no agli stereotipi, no alla violenza psicologica, fisica, sessuale, economica contro le donne e delle donne contro gli uomini. Il progetto ‘‘Non si tratta d’amore’’ è curato da Paola Rocchi, docente di lettere, con la collaborazione per la parte scenografica di Paola Sturiale, docente di arte. Ha preso spunto da una richiesta di una mamma ed è scaturito da un gruppo di lavoro di donne impegnate in vari settori, tutte sensibili al problema. La formula adottata è quella del “peer to peer”, i giovani istruiscono i giovani. Quella di ieri è stata solo una tappa, che continuerà con il bookcrossing che le classi quinte svolgeranno in strada insieme alla Croce Rossa e seguirà nel corso dell’anno scolastico con altre classi. I giovani studenti delle quinte, hanno ripetuto la loro performance alla biblioteca comunale. Nell’ottica di una collaborazione con soggetti culturali e sociali che operano nel territorio, la dirigente scolastica Maria Zeno, gli alunni e gli insegnanti, ringraziano la biblioteca civica, la scuola di musica Lituus e Telesantamarinella.

ULTIME NEWS