Pubblicato il

"Gioielli nascosti nella città d'incanto": Costantino Forno presenta il suo nuovo libro

"Gioielli nascosti nella città d'incanto": Costantino Forno presenta il suo nuovo libro

CIVITAVECCHIA – “Gioielli nascosti nella città d’incanto”. È questo il titolo del nuovo libro di Costantino Forno, che verrà presentato da Ombretta Del Monte domani alle 17, presso l’ex Chiesetta San Giovanni di Dio in piazza Calamatta.

“Civitavecchia assiste a una continua dispersione e importante perdita della propria identità, senza che nessuno intervenga seriamente per frenare tale pericolosa tendenza – racconta Forno – l’apparente vivacità della vita sociale e dei circoli culturali sembra indirizzare l’opinione pubblica alla riscoperta di Civitavecchia. Tuttavia senza il supporto delle Istituzioni ogni iniziativa, anche la più impegnativa, dura lo spazio di un mattino. Occorre costruire una nuova cultura del governo della cosa pubblica: abolire la cultura dell’effimero, dare un tono alle strutture esistenti, recuperare quelle recuperabili, non privilegiare l’immagine ma la sostanza delle iniziative, per dare credito a tutti noi e  alle Istituzioni. La realtà appare drammatica e senza possibilità di modifiche”.

“La storia millenaria di Civitavecchia, attraversata da distruzioni totali e altrettante repentine rinascite, non ci ha lasciato dunque nulla? – si chiede ancora Forno – sicuramente resiste una tradizione che caratterizza, ancora oggi, le nuove generazioni con un corredo di gioielli che tentativi sporadici di valorizzare non riescono a far conoscere. Molti sono visibili e conosciuti anche se non adeguatamente valorizzati; altri, pur essendo visibili, non sono colpevolmente esaltati; altri ancora sono nascosti e hanno necessità di essere messi in luce. Sono sicuramente le Istituzioni Pubbliche (il riferimento all’Amministrazione Comunale non è casuale) che devono assumere il ruolo di Cornelia, la madre di Tiberio e Caio Gracco, che ai gioielli indossati dalle sue vicine, contrappose i migliori gioielli in suo possesso: i propri figli. Recentemente, pare, ci sono stati tentativi di avvicinare gli abitanti della Città d’incanto alle moltissime potenzialità, finora mortificate – ha concluso – sono occasioni che vanno spronate e supportate per trovare soluzioni diverse da quelle finora imposte”.

ULTIME NEWS