Pubblicato il

Tarquinia, centrodestra unito per dire no alla riforma costituzionale

Tarquinia, centrodestra unito per dire no alla riforma costituzionale

Grande successo per il convegno tenutosi presso la sala conferenze dell'Olivo. Intervenuti anche i senatori Aracri e Gasparri

TARQUINIA – Sala gremita e pubblico che ha ascoltato con grande attenzione i relatori. Dopo un’introduzione di Manuel Catini, sono intervenuti Silvano Olmi del comitato per il No di Tarquinia, Giulio Marini consigliere comunale di Viterbo e i Senatori Francesco Aracri e Maurizio Gasparri, che hanno demolito il progetto di revisione della Costituzione varato dal governo Renzi.

Le critiche del centro destra hanno riguardato il Senato che sarà composto da cento sindaci e consiglieri regionali part-time, che godranno dell’immunità parlamentare e non svolgeranno bene nessuno dei due incarichi. Inoltre, con questa scellerata riforma si limiteranno gli spazi di partecipazione democratica, portando le scelte politiche lontano dai territori e dai cittadini e innalzando enormemente il numero delle firme necessarie per presentare proposte di legge d’iniziativa popolare e referendum. La barzelletta sui risparmi e i tagli dei costi della politica non funziona più. Secondo il centro destra questa è una riforma confusa e pasticciata con norme fatte appositamente per non essere comprese, fortemente sostenuta dalle banche d’affari internazionali e varata da un presidente del consiglio non eletto dal popolo.

«È stato un momento importante di confronto e dibattito politico – dichiarano gli organizzatori della riunione – il centro destra tarquiniese si é ritrovato unito per sostenere il ‘‘no’’ nel referendum del prossimo 4 dicembre prossimo. La presenza dei senatori Gasparri e Aracri è stato un segnale di grande attenzione verso Tarquinia e di vicinanza al territorio.

La testimonianza anche negli interventi di saluto che si sono susseguiti e nella presenza molto gradita in sala del consigliere regionale Daniele Sabatini e dei Sindaci Fabio Bartolacci ed Ermanno Nicolai. Al termine della riunione è giunta al senatore Maurizio Gasparri la telefonata di Silvio Berlusconi, che si è voluto informare personalmente sulla riuscita della riunione e si é complimentato con gli organizzatori per l’ottimo lavoro svolto. (a.r.)

ULTIME NEWS