Pubblicato il

Immigrati, via agli accertamenti sanitari e strutturali. Intanto si pensa allo Sprar

Immigrati, via agli accertamenti sanitari e strutturali. Intanto si pensa allo Sprar

Il consiglio comunale di Allumiere ha passato al setaccio la questione legata all’arrivo dei profughi alla Farnesiana

ALLUMIERE – Ad Allumiere incontro con la delegazione dei residenti della Farnesiana in consiglio comunale. Nell’ultima seduta l’incontro è servito per fare chiarezza sulla vicenda degli immigrati che dovrebbero essere accolti presso il vecchio borgo della Farnesiana.

«Devo sottolineare che – spiega il consigliere comunale d’opposizione, Carlo Cammilletti – sia da parte del comitato che da quello del Comune non ci sono state prese di posizione ostruzionistiche sotto il punto di vista dell’accoglienza come valore assoluto, diversamente invece si è evidenziato il fatto che il numero degli immigrati potrebbe effettivamente raggiungere le 50 persone e che la posizione logistica e le condizioni della tenuta stessa su vari punti di vista potrebbero non essere idonei per un’accoglienza del genere, con tutte le problematiche che ne possono scaturire, tale da preoccupare tutti».

Il sindaco Battilocchio e tutto il consiglio in maniera unitaria (maggioranza e minoranza) ha stabilito che saranno verificati tutti gli accertamenti sanitari e strutturali utili. È stata poi presa in considerazione anche la possibilità di aderire, da parte del Comune di Allumiere, al percorso dello Sprar per il quale vale la regola di tre migranti per ogni mille abitanti e che potrebbe evitare, tutto da verificare, l’accoglienza alla Farnesiana sotto la gestione di un privato, perché in quel caso le vie sarebbero pubbliche, con dietro sicuramente un percorso di integrazione più efficiente e rintracciabile.

«Giovedì la deputata del territorio Marietta Tidei ha chiesto formalmente alla Prefettura di incontrarci per darci delle spiegazioni che finora non ci sono state – spiega il sindaco Battilocchio – noi avevamo già chiesto un incontro con la Prefettura ma non ci hanno ricevuto, quindi ieri ho inviato una lettera scritta per richiedere un’altra volta l’incontro. Per martedì abbiamo convocato il proprietario della tenuta la Farnesiana per chiarire vari aspetti». (red. pro.)

ULTIME NEWS