Pubblicato il

"Spirito allegro": Leo Gullotta sul palco del Traiano

CIVITAVECCHIA – Finesettimana di “Grande stagione” al tetrao Traiano. Sabato alle 21 e domenica alle 17 i riflettori si accendono su “Spirito allegro”, con Leo Gullotta, per la regia di Fabio Grossi. 

Sarà una commedia dall’aspetto classico: aderente all’epoca in cui fu scritta ed elegante, per forme e per fogge. Spirito allegro è una commedia dell’inglese Noel Coward scritta nel 1940. Il titolo prende ispirazione dal poema di Percy Bysshe Shelley To a Skylark. La commedia, messa in scena la prima volta nel 1941 in piena Seconda guerra mondiale, fu duramente criticata per come rappresentava con poco rispetto un argomento serio come la morte. Narra la storia di un famoso ed affermato scrittore inglese di nome Charles Condomine, che per documentarsi sul genere spiritico/mistico vuole fare una seduta spiritica. Alla seduta partecipano Charles e la sua seconda moglie Ruth, il migliore amico di Charles, il dr. George Bradman, con la moglie Violet. La seduta spiritica è gestita dalla maldestra e buffa Madame Arcati, che gli servirà per delineare il personaggio chiave del suo prossimo romanzo. La medium evoca lo spiritello di una dispettosa bambina. Lo spirito evocato ne evoca un altro a sua volta, ovvero quello di Elvira, prima moglie dello scrittore e completamente opposta all’attuale per comportamento e atteggiamento.

Biglietti disponibili al botteghino, aperto dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, oppure su ticketone www.teatrotraianocivitavecchia.it

ULTIME NEWS