Pubblicato il

Immigrati, ''lo Sprar è l’unica soluzione''

Immigrati, ''lo Sprar è l’unica soluzione''

IMMIGRATI. I residenti della Farnesiana incalzano il Comune di Allumiere. «Solo così si possono definire le caratteristiche dell’accoglienza»

ALLUMIERE – “Per superare la logica emergenziale dei CARA e dei CAS a favore di un sistema organico e stabile per l’accoglienza dei richiedenti asilo, il comune di Allumiere si deve dotare di uno SPRAR”. Inizia così il comunicato del Comitato dei residenti della Farnesiana preoccupati per l’imminente arrivo di un cospicuo numero di immigrati presso la tenuta della Farnesiana. 
“A seguito dell’attuale flusso di profughi, il Governo, le Regioni e gli Enti Locali hanno siglato l’intesa “Piano nazionale per fronteggiare il flusso straordinario di cittadini extracomunitari, adulti, famiglie e minori stranieri non accompagnati” e  punto cardine del sistema è la rete SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) per l’accoglienza dei profughi. Nato nel 2001 con un protocollo d’intesa tra Ministero dell’Interno Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione, l’Associazione nazionale dei comuni italiani (ANCI) e l’Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (UNHCR) lo SPRAR è stato istituzionalizzato nel 2002. Si è così formalizzato un sistema pubblico di asilo, e con la stessa legge il Ministero dell’Interno ha istituito la struttura di coordinamento – il Servizio centrale di informazione, promozione, consulenza, monitoraggio e supporto tecnico agli enti locali – affidandone ad ANCI la gestione. Il sistema SPRAR, finanziato con il Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo, è costituito dalla rete degli enti locali che, anche attraverso il supporto delle realtà del terzo settore, garantiscono interventi di “accoglienza integrata” finalizzata alla costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-lavorativo. Le strutture SPRAR vengono individuate attraverso Bandi a cui partecipano gli Enti Locali anche in forma associata. L’adesione al sistema SPRAR garantisce agli Enti Locali numeri certi e compatibili di migranti da ospitare (2,5 ogni 1000 abitanti), l’esclusione di altri migranti dalla accoglienza spot da parte delle prefetture, finanziamenti certi e servizi di supporto e accompagnamento, compresa la formazione degli operatori. Noi residenti della Farnesiana inviamo un appello forte e urgente al sindaco di Allumiere e a tutti i consiglieri comunali a sostenere ed attivare la richiesta di un centro “Sprar”, che è finanziato al 95% con fondi europei”. Aderire allo Sprar per i residenti della Farnesiana “è l’unico modo concreto e vantaggioso per tutti per evitare l’apertura di altri Centri straordinari che  potrebbero arrivare anche a 200 ospiti per un comune delle dimensioni di Allumiere, come da avviso pubblico della Prefettura di Roma pubblicato il 5 agosto 2016. I comuni partecipando al bando avranno la possibilità di definire direttamente le caratteristiche dell’accoglienza sul proprio territorio e inoltre il Ministero degli Interni si è impegnato a non sovrapporre sullo stesso territorio nei prossimi mesi progetti SPRAR dei comuni con nuove ospitalità CAS (Centri di accoglienza straordinaria), grazie ad una specifica clausola di salvaguardia contenuta nella circolare del ministero dell’Interno dell’11 Ottobre 2016”.

ULTIME NEWS