Pubblicato il

Accordo NewCo: Savignani fiducioso

Accordo NewCo: Savignani fiducioso

L’obiettivo dell’assessore è trovare una pre-intesa la prossima settimana per andare in Tribunale con Hcs. I sindacati: "Disponibili ma a determinate condizioni e con molti chiarimenti"

CIVITAVECCHIA – «Siamo disponibili ad avviare ragionamenti finalizzati ad un percorso di accordo».

Lo hanno garantito i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, Usb, Ugl e Fiadel, all’indomani dell’incontro di martedì pomeriggio con l’amministrazione comunale, ed in particolare con l’assessore alle partecipate Marco Savignani, i consulenti Filippo Nicci ed Aldo Calza, avvocati dello studio legale Dentos Europe. Stigmatizzando l’assenza del liquidatore Carlo Micchi, il quale invece potrebbe rispondere a quesiti e sciogliere dubbi più volte presentati in riunione, le parti sociali si sono dette sì disposte a percorrere una strada in grado di portare all’agognato accordo, ma hanno anche dettato delle condizioni essenziali. Tanto da chiedere la presentazione, al nuovo incontro della prossima settimana, di «una documentazione puntuale sulla quale ragionare – hanno spiegato – ad iniziare dalle somme messe a disposizione sul fondo di accantonamento (Tfr) dei lavoratori finito purtroppo nel concordato, cosi come da ammissione di Savignani, sull’ammontare del debito dei versamenti contributivi, la pianta organica di tutto il personale con i relativi inquadramenti e non ultimo la congruità della nuova società rispetto il Dlgs 175/2016, il decreto Madia». 

Anche la riunione di martedì, infatti, è stata meramente interlocutoria, «propio a causa – hanno aggiunto – della totale assenza di documentazione sulla quale poter ragionare e confrontarsi, come ad esempio l’ammontare dei tagli sui super minimi, il calcolo preciso dei pensionamenti, l’eventuale ipotesi di razionalizzazione degli interventi sul personale in prospettiva della nuova società e dei suoi servizi. Nulla di tutto questo è stato fornito e neppure tanto chiarito. Consapevoli della portata di tale vertenza, una delle più importanti del Comune di Civitavecchia, considerata anche l’urgenza in cui si trova l’amministrazione rispetto alla presentazione del piano di concordato presso il Tribunale di Civitavecchia, ci siamo quindi resi disponibili per un nuovo incontro, affrontando quei punti fondamentali per far partire un percorso di accordo».

E l’amministrazione è intenzionata ad accelerare. «Ci siamo lasciati – ha commentato Savignani – con l’impegno a formulare una sorta di pre accordo; un primo step, a breve termine, per poter intanto andare in Tribunale». Entro Natale l’obiettivo dell’assessore è chiudere la questione del concordato per Hcs, e subito dopo procedere con Città Pulita e le altre sot. «Dovremo poi andare avanti con riunioni successive più stringenti – ha concluso – per arrivare all’accordo definitivo». 

ULTIME NEWS