Pubblicato il

«I volontari hanno deciso di non proseguire la tradizione dell’albero di Natale»

«I volontari hanno deciso di non proseguire la tradizione dell’albero di Natale»

Interviene Marco Degli Esposti dopo le polemiche dei giorni scorsi

S. MARINELLA – Nei giorni scorsi è nata una polemica su un probabile furto di un albero di Natale collocato dall’amministrazione comunale a S. Severa che, in realtà, non ha motivo di esistere, in quanto il caratteristico albero in metallo, che lo scorso anno ha fatto bella mostra a Pizza Pyrgi, quest’anno non è stato posizionato al suo posto. A negare il furto dell’albero, è il consigliere comunale Marco Degli Esposti. «Mi vedo costretto ad intervenire per spiegare al consigliere Vincenzi che non ci sono misteri sull’argomento. Mi complimento per il suo forte attaccamento alla nostra frazione, visto che appena rientrato dall’apertura della stagione sulle piste da sci,si è messo subito al servizio della comunità, segnalando la sparizione di un albero di metallo alto otto metri. La proprietà morale di questa struttura, appartiene al vecchio comitato di S. Severa che operava venti anni fa, dove non era presente il consigliere. Il comitato ha fatto delle grandi cose per questa frazione poi, con la scomparsa del comitato, si è persa anche questa tradizione e l’albero è rimasto abbandonato in un terreno di proprietà di un concittadino per lungo tempo, sino a quando il sottoscritto, con l’aiuto di alcuni volontari e amici l’ha recuperato, restaurato, e abbellito con centinaia di lucette costate circa 300 euro, la cui fattura è stata pagata dalla Pro Loco di Santa Severa con soldi offerti per questo scopo. La struttura è stata montata tutti gli anni, fino allo scorso anno, quando il gruppo di volontari ha deciso di non seguitare l’operazione per le grandi difficoltà che comportava, tra autorizzazione, assicurazione, elevatori meccanici, costi e scarsa partecipazione popolare. Io, per smontare l’albero, ho faticato tre mesi con un benefattore per farlo poi depositare presso la proprietà di un volontario. Ora, se il consigliere Vincenzi, così attento al territorio, ha la volontà di riposizionare l’albero, può farlo quando vuole, sarà mia cura far trovare la struttura metallica in tutte le sue parti pronta per essere allestita». «In tutto questo – conclude Degli Esposti – il mio ruolo o il Comune non c’entrano nulla, se non la volontà di fare qualcosa per la comunità».

ULTIME NEWS