Pubblicato il

Sequestrata dal Noe un'area comunale

Sequestrata dal Noe un'area comunale

Ieri nel primo pomeriggio messi i sigilli dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Roma per inosservanza della normativa ambientale. Al Centro servizi della Camassa trovato un problema legato alla pavimentazione, già preso in carico dall’amministrazione 

di TONI MORETTI

CERVETERI – Ieri pomeriggio, un’area di duemila mq attigua all’isola ecologica di Cerveteri sulla Settevene Palo Nuova è stata sottoposta a sequestro preventivo (ex art. 321 codice di procedura penale c.p.p.), a disposizione dell’autorità giudiziaria per inosservanza della normativa ambientale, dal Comando dei Carabinieri per la tutela dell’Ambiente, Nucleo operativo ecologico di Roma, al comando del capitano Marco Cavallo. Già tempo fa era stato richiesto dal sindaco Pascucci un incontro urgente col procuratore Amendola a seguito di un sequestro, da parte della guardia forestale dell’isola ecologica in uso alla società Tecneko, con la preoccupazione che avrebbe ostacolato il servizio di raccolta e spazzamento delle strade. Fu immediatamente fatto un nuovo progetto e appaltata la costruzione di un anuova isola ecologica. 
Ieri, l’ispezione del Noe non ha rilevato irregolarità nell’area dell’isola, ma al Centro servizi della Camassa Ambiente si sono riscontrate dei problemi legati alla pavimentazione, già in carico all’amministrazione. 
Nel terrono adiecente in disuso di proprietà dell’amministrazione comunale è stato rilevato un accumulo di rifiuti inquinanti dovuti a risulta di costruzioni, quali calcinacci e ferro, abbandonati in maniera irregolare, non si sa da chi. Il Noe dispone quindi il sequestro dell’area e il comune in quanto proprietario si farà carico di adempiere a quanto necessario per il corretto smaltimento dei rifiuti ivi depositati.  
Non si può escludere che chi ha abbandonato i rifiuti potesse aver confuso negli anni  un luogo dove farlo aggirando le regole per poterlo fare
Si spera che con la costruzione, come previsto a breve, dell’isola ecologica attrezzata, possa diminuire o sparire questa   ‘‘triste’’ abitudine di sconsiderati che nonostante il servizio offerto di ritiro gratuito dei materiali ingombranti continuano imperterriti nel loro abbandono. Diventa infatti oltrenodo imbarazzante ostacolare così gli sforzi che tutti i cittadini stanno facendo per rendere la città più vivibile, meno inquinata e più decorosa.

ULTIME NEWS