Pubblicato il

NewCo: l'obiettivo è l'accordo sindacale

NewCo: l'obiettivo è l'accordo sindacale

Amministrazione e sindacati torneranno a riunirsi questo pomeriggio. Le parti sociali chiedono risposte certe e garanzie su diversi punti giudicati fondamentali  

CIVITAVECCHIA – L’obiettivo è l’accordo. Perché il tempo sta per scadere. E ancora amministrazione e sindacati non hanno trovato quell’intesa tanto sperata, soprattutto dal Pincio, per rendere più concreto il progetto di costituzione della NewCo e per avere una garanzia forte anche in Tribunale, alla presentazione dei piani di concordato. 

Oggi le parti torneranno a sedersi attorno allo stesso tavolo. Con l’amministrazione che, dalla sua, ha la costituzione, ormai ufficializzata dal notaio, della NewCo Civitavecchia Servizi Pubblici srl: per partire 10mila euro ed un amministratore unico già individuato, Francesco De Leva. Certo non basta, come più volte ribadito dai sindacati, che non vogliono firmare un accordo “al buio” e trovarsi di fronte ad una scatola vuota. Tanto da aver chiesto una serie di garanzie e soprattutto delle risposte da produrre, carte alla mano, nell’ennesima riunione di questo pomeriggio. La disponibilità ad avviare raggionamenti finalizzati ad un percorso di accordo c’è, ma solo su basi certe.   

“Deve essere messa a disposizione – hanno spiegato i sindacati in modo unitario – una documentazione puntuale sulla quale ragionare, ad iniziare dalle somme messe a disposizione sul fondo di accantonamento (TFR) dei lavoratori finito purtroppo nel concordato, cosi come da ammissione di Savignani, l’ammontare del debito dei versamenti contributivi, la pianta organica di tutto il personale con i relativi inquadramenti e non ultimo la congruità della nuova società (New.Co) rispetto il Dlgs 175/2016, il decreto Madia”. 
E poi c’è da ragionare ancora sull’ammontare dei tagli sui super minimi, il calcolo preciso dei pensionamenti, l’eventuale ipotesi di razionalizzazione degli interventi sul personale in prospettiva della nuova società e dei suoi servizi. “Finora – hanno aggiunto – nulla di tutto questo è stato fornito e neppure tanto chiarito”.
 

ULTIME NEWS