Pubblicato il

Amministrative Tarquinia, scende in campo Moscherini

Amministrative Tarquinia, scende in campo Moscherini

L’ex sindaco di Civitavecchia punta alla guida della cittá etrusca. Con lui, rappresentanti della società civile: imprenditori, artigiani e commercianti

TARQUINIA – Galeotta fu la cena della scorsa settimana. Un gruppo di imprenditori e artigiani della città di Tarquinia si sono riuniti per una conviviale. Tempo di una cena, quattro chiacchiere sulla politica cittadina – possibilità e necessitá per il futuro -, ed ecco che si arriva ad acclamare un nome: Gianni Moscherini. L’ex sindaco di Civitavecchia, nonché ex presidente dell’Autoritá portuale, in men che non si dica, si è presentato al cospetto del gruppo di imprenditori che hanno brindato al manager che «potrá risollevare le sorti di Tarquinia». È nata così, dalla forte spinta della società civile ed imprenditoriale tarquiniese, la candidatura a sindaco di Tarquinia di Gianni Moscherini che ha subito accettato la sfida. Stamane alle 11, presso Villa Tirreno, l’ex numero uno di Molo Vespucci ufficializzerà la propria scesa in campo per conquistare lo scettro più alto della città, già da qualche anno scelta come seconda dimora. Una candidatura, quella di Moscherini, della quale, in verità si parlava da tempo, senza tuttavia alcuna conferma ufficiale da parte degli schieramenti politici. Moscherini, ad oggi, rappresenterebbe, infatti, una candidatura autonoma, fuori dagli schieramenti politici, ma che, per il suo ‘’peso’’, impone però una necessaria riflessione in seno al centrodestra tarquiniese. Dovrà fare bene i conti con la presenza di Moscherini, anche l’unico antagonista, oggi ufficialmente in corsa per la poltrona da sindaco: il ‘’Moro’’ Renato Bacciardi, deciso ad assumere la guida della città dopo la rottura con il Partito democratico che ha provocato la caduta dell’Università Agraria, ancora oggi in attesa della nomina di un commissario. Le candidature di Renato Bacciardi da un lato e di Gianni Moscherini dall’altro, di fatto ridisegnano completamente gli assetti politici dei tradizionali schieramenti, così come si erano presentati alle recenti elezioni per l’Università Agraria. Sia Moscherini sia Bacciardi appaiono figure capaci di intercettare elettori di sinistra e di destra. Lo stesso Moscherini, si presenta come l’uomo delle ‘’larghe intese’’. Bisognerà vedere se, e chi, nei prossimi giorni, deciderà di chiudere l’accordo con il noto ex amministratore della città portuale che sarebbe pronto a portare avanti grandi progetti per la città di Tarquinia, da tempo in attesa di un rilancio sia dal punto di vista turistico sia economico. Intanto si attende che il Pd sciolga il nodo sul proprio candidato: il nome dovrà uscire dalle votazioni primarie previste a febbraio. Tra i personaggi in corsa sicuramente ci saranno Anselmo Ranucci e Sandro Celli, ma c’è pure chi assicura Enrico Leoni. Ancora, inoltre, nessuna ufficializzazione in casa grillina. (a.r.)

ULTIME NEWS