Pubblicato il

Spese per i regali: sarà un Natale dimesso per la Confcommercio

Spese per i regali: sarà un Natale dimesso per la Confcommercio

CIVITAVECCHIA – Sarà un Natale dimesso per la Confcommercio. Da un’analisi dell’ufficio studi su quelle che saranno le spese per i regali, i civitavecchiesi stringeranno un pi’ la cinghia. 

“Ogni famiglia spenderà 1.330 euro dalla tredicesima – hanno spiegato – il 3,1 in più rispetto allo scorso anno. Per i regali in senso stretto è prevista una spesa pro capite di 164 euro (166 nel 2015). Il maggiore reddito disponibile sarà utilizzato per la casa, per viaggi e per rimettere in sesto il bilancio familiare”.

Si registrerà quindi una diminuzione dell’1,2% per i regali di Natale che sale però al 30,8% se si considerano gli ultimi sette anni.

“Dall’indagine si prevede un Natale molto dimesso – ha commentato il commissario della Confcommercio Tullio Nunzi – verrà messo da parte il 12% delle tredicesime, ed il 30% sarà destinato i consumi. Un clima di fiducia decrescente che spinge al risparmio anziché al consumo. Se a ciò si aggiunge che secondo le previsioni della Fipe, pubblici esercizi Confcommercio, solo il 5,6% andrà al ristorante, con un calo notevole rispetto all’anno precedente, si comprende come questo sia un anno critico ed altalenante per i consumi. La speranza è che le festività natalizie siano uno stimolo per far ripartire i consumi e dare slancio al settore. Da qui – ha concluso Nunzi – la necessità di politiche tendenti a favorirei consumi ed il commercio di vicinato, struttura portante dell’economia cittadina”. 

ULTIME NEWS