Pubblicato il

''Perla libera tutti''

''Perla libera tutti''

La proposta del gruppo ‘‘Il paese che vorrei’’

S. MARINELLA – Ieri pomeriggio presso il Parco Kennedy, il gruppo politico locale “Il Paese che Vorrei” ha presentato la sua proposta per la gestione dello stabilimento balneare comunale ‘‘Perla del Tirreno’’. «Il project financing voluto dall’amministrazione comunale – dice in una nota il direttivo – prevede la concessione della spiaggia e delle cabine attigue ad un unico operatore per una gestione solo estiva e ad uso esclusivo di chi può permettersi il canone previsto. Noi rivendichiamo invece una proposta più ampia, una spiaggia libera attrezzata d’estate per accogliere sia chi scende in spiaggia con l’asciugamano sulle spalle sia chi, invece, preferisce cabina e lettino. Proponiamo, inoltre, una spiaggia vissuta anche negli altri mesi dell’anno, grazie ad una rotazione di operatori, circoli sportivi e associazioni culturali, che a periodi o in condivisione, possano richiamare al mare di Santa Marinella, residenti e turisti, attraverso l’offerta di servizi e attrezzature come, per esempio scuole su piccole imbarcazioni derive, windsurf, kayak, attività sportive come beach volley e beach soccer o ancora attività culturali e divulgative sulla sicurezza in mare e sull’ambiente marino, pensando anche alla possibilità di creare un punto di ristoro nella struttura. Poiché il mare e la spiaggia non può che essere sempre di tutti, il Paese che Vorrei continua a pretendere l’eliminazione delle barriere architettoniche, che ancora oggi ostacolano la fruibilità della spiaggia in spregio alla normativa vigente». Il primo appuntamento per la raccolta di firme a sostegno della proposta è stato quello di ieri, inoltre è possibile dare il proprio contributo firmando on-line sulla piattaforma change.org la petizione ‘‘Perla libera tutti, restituiamo una spiaggia libera a Santa Marinella finché siamo in tempo’’.

ULTIME NEWS