Pubblicato il

Ittico: tutto rinviato a gennaio

Ittico: tutto rinviato a gennaio

Nessuna ordinanza o diffida a lasciare piazza XXIV Maggio entro la fine dell’anno. Gli operatori si trasferiranno dopo le feste. Scadono il 30 dicembre i termini per partecipare al concorso di idee per la riqualificazione di piazza Regina Margherita

CIVITAVECCHIA – Si dovrà ancora attendere per vedere riunificato il mercato. Gli operatori ittici, infatti, per il momento rimarranno ancora a piazza XXIV Maggio. Nessun rientro a piazza Regina Margherita entro l’anno, come auspicato anche dal sindaco Antonio Cozzolino. L’idea era quella di smontare la tensostruttura entro la fine di dicembre, con il trasferimento da effettuare durante le feste. E con il primo cittadino pronto anche ad usare le maniere forti, come accadde per gli operatori di San Lorenzo, obbligati di fatto a spostarsi nei nuovi locali.

E invece a quanto pare ci sarebbe una sorta di ‘‘patto’’ tra amministrazione ed operatori. Niente diffide e niente ordinanze di sgombero. Con i pescivendoli che si trasferiranno senza alcun problema dopo le feste. Un accordo tacito tra le parti, che potrebbe finalmente portare alla riunificazione del mercato. Almeno della maggior parte degli operatori. Il tira e molla tra operatori ed amministrazione va avanti ormai da agosto, da quando i macellai si sono trasferiti nella rinnovata struttura di piazza XXIV Maggio. Prima la questione dei contratti ed i punti da rivedere prima della firma. Poi il problema dei banchi, con i vetri troppo alti e con la necessità di abbassarli. Oggi si è arrivati ad un accordo anche su questo aspetto, ma del ritorno al passato ancora nulla. Bisognerà attendere ancora qualche settimana.

Intanto ci sarà tempo fino al 30 dicembre per la partecipazione al concorso di progettazione e di idee per la riqualificazione di piazza Regina Margherita, che comprende anche una soluzione per le cosiddette superfetazioni che, nel frattempo, rimarranno a piazza XXIV Maggio, all’interno delle casette di legno. Il progetto vincitore riceverà 2.500 euro, 1.500 al secondo classificato e mille euro al terzo. Gli obiettivi fissati sono quelli di riorganizzare ed implementare gli spazi necessari a vivere la piazza, creare nuove forme di mobilità sostenibile a servizio della piazza e del tessuto circostante, mantenere e potenziare la funzione mercatale, qualificare i luoghi per l’aggregazione e la socialità, garantire la fattibilità tecnico-economica ed attuativa dell’intervento e proporre soluzioni improntate alla sostenibilità ambientale. La partecipazione al bando può essere individuale o di gruppo.

ULTIME NEWS