Pubblicato il

‘‘Il giardino delle meraviglie’’, bagno di folla al parco del Risanamento

‘‘Il giardino delle meraviglie’’, bagno di folla al parco del Risanamento

Molto apprezzato l’evento che si ripetera’ il 6 gennaio. L’intero ricavato sara’ devoluto a favore delle popolazioni terremotate di Amatrice

ALLUMIERE – Folto pubblico e scrosci di applausi per la seconda edizione de ‘’Il giardino delle meraviglie’’ promosso e realizzato alla perfezione dal gruppo dell’Azione Cattolica. L’evento, che rientrava nel cartellone delle manifestazioni natalizie promosso dall’amministrazione comunale e dalla Pro Loco, si è tenuto in un bagno di folla lo scorso 26 dicembre nel parco del Risanamento. Ad aprire la manifestazione ci hanno pensato i ballerini e le ballerine della Dance World di Gabriella Moroni che da piazza della Repubblica hanno sfilato danzando fino al parco. All’interno del Risanamento si sono esibiti i ragazzi della scuola di danza di Isabella Superchi. Una voce narrante brani evangelici ha accompagnato i tanti visitatori fra i vari quadri. Il primo era quello dell’Annunciazione; poi quello dei pastori: l’Acr ha ricostruito in un angolo la Betlemme di 2017 anni fa, con scene di vita quali i falegnami, la signora che fila, quella che fa la pasta, ecc. Quello più emozionante è stato il quadro della nascita: nella capanna realizzata dall’Università Agraria di Allumiere c’erano San Giuseppe (Alberto Dionisi), Maria (Roberta Rosati) e Gesù (il piccolo Francesco Superchi). A seguire la scena dell’arrivo dei pastori e dei magi. Accanto alla parte prettamente sacra c’è stata poi quella ludico-festosa che ha visto l’esibizione dei ‘’Whitest’’, i bravissimi cantori della scuola di canto ‘’Lorena Scaccia’’ che hanno emozionato tutti con brani del repertorio natalizio. Bravissimi anche i trombettisti Paolo e Damiano Filabozzi e Marco Muneroni. Spettacolare la performance dell’artista Aurora Morra sui trampoli. I bambini hanno fatto la fila per forografarsi con Babbo Natale (Mario Marcoaldi). Presa d’assalto la bancarella della solidarietà: meravigliosi oggetti hand made realizzati dalle mamme e da alcune signore del paese. L’evento verrà ripetuto il 6 gennaio. L’intero ricavato andrà alla popolazione terremotata di Amatrice. I responsabili, gli animatori e i bambini prima di Pasqua andranno direttamente ad Amatrice a consegnare il ricavato. «Nell’83 e nell’86 abbiamo fatto i campi scuola ad Amatrice e abbiamo stretto vari contatti e legami che anche oggi sono proseguiti – spiega il responsabile Acr Augusto Amici – quindi stiamo organizzando un evento là ad Amatrice da vivere insieme e in quell’occasione consegneremo il ricavato. Anche il 6 gennaio raccoglieremo fondi per Amatrice». Lo scorso 17 dicembre l’Acr ha prestato servizio di volontariato (servendo ai tavoli) alla cena per Amatrice; il 18 al salone dell’oratorio sempre l’Acr ha portato in scena due recite in dialetto allumierasco facendo il pieno di applausi e ovazioni. Con la prima hanno rappresentato l’annunciazione dell’angelo, la visita a Santa Elisabetta, la nascita e l’arrivo dei Magi. Nella seconda, invece, dopo una ricerca effettuata dai ragazzi con gli anziani del paese, hanno recitato preghiere, sermoni e orazioni antiche ricreando un piccolo spaccato di Allumiere di tanti anni fa. Il 24 dicembre, invece, molto successo ha riscosso l’iniziativa dell’Acr: ‘’L’arrivo di Babbo Natale’’. Dai giardinetti davanti ai carabinieri sono partiti tanti Babbi Natali che a bordo di motorette, bici, scooter e moto sono arrivati in piazza e hanno consegnato i doni ai bambini. «Ringraziamo i volontari della Protezione civile – conclude Augusto Amici – che ci hanno accompagnato in tutte le manifestazioni che abbiamo fatto».

Rom. Mos.

ULTIME NEWS