Pubblicato il

Correndo nei giardini 2017: salta l'evento sportivo

LADISPOLI – Il presidente del Gruppo Millepiedi ed ex delegato ai gemellaggi del comune di Ladispoli Franco Iannilli ha annunciato qualche giorno fa che la “Correndo nei Giardini”, storica manifestazione sportiva del comprensorio fin dal 1977, nel 2017 non si terrà. La volontà di mantenere questo tradizionale impegno c’è ancora, tant’è che è già stata comunicata la data per l’anno prossimo: 4 marzo 2018.
Per capire le motivazione dell’annullamento nel 2017 di una corsa che coinvolge ogni anno oltre mille persone, alcune residenti, altre provenienti da altre città del Lazio e da tutta Italia, ci si è rivolti direttamente all’organizzatore. A concorrere verso la decisione di annullare la manifestazione si sarebbero combinati elementi di carattere personale ed elementi di carattere politico.
«In primo luogo ci si sono messi problemi familiari, miei e anche del vicepresidente- ha spiegato Iannilli – Considerando le difficoltà che l’organizzazione di questo evento comporta, dovendo gestire la partecipazione di più di mille atleti, questi aspetti hanno avuto un loro peso. Ma sono problemi che si verificano in tutte le associazioni che da molti anni organizzano grandi eventi nel momento in cui chi organizza è costretto a fermarsi.”
Non si tratta però solo di questo.  La cancellazione dell’evento nel 2017 può essere letto anche come un segnale politico rivolto all’amministrazione comunale. «Noi che pratichiamo questo sport- ha continuato Iannilli- siamo un po’ dei figli di un dio minore.  Non abbiamo sedi né strutture di alcun tipo. Nelle ultime quattro amministrazioni è stato promesso a più riprese agli amanti di questo sport un luogo dove dove poter far allenare e praticare l’Atletica soprattutto ai piu’ giovani in condizione di sicurezza e decoro. Eppure, nonostante l’esistenza di cinque società sportive di atletica sul nostro territorio e nonostante i costi sostenuti per il nuovo Stadio di calcio, dopo vent’anni non è stato fatto nulla per le persone che praticano quest’attività».

ULTIME NEWS