Pubblicato il

Michela Califano voluta dal segretario provinciale garante per il tesseramento

Con la riunione del 7 gennaio inizia nel PD la fase congressuale  

Con la riunione del 7 gennaio inizia nel PD la fase congressuale  

di TONI MORETTI

CERVETERI – Subito dopo il giorno della befana, il 7 gennaio, al circolo del PD in Via Manzoni una riunione alla presenza di Rocco Maugliani e Michela Califano, una “tosta”, si vocifera nell’ambiente, amante della legalità e che non fa sconti a nessuno. Quella che al di là del risultato che si sarebbe ottenuto, voleva più sembrare un segnale di un partito che non vuole perdere tempo e che al di là delle “scorribande” di soggetti “indisciplinati” che con il loro ardire dimostravano sempre più di voler fare del circolo un “club” privato con regole e codici comportamentali partorite al momento,  insinuando il dubbio che fossero create ad immagine e somiglianza di chi le autoproclamava senza rispetto e considerazione di livelli gerarchici superiori. La fine del caos, venne decretata dall’ultima visita di Rocco Maugliani che al di là di quanto si voglia ammorbidire tono e linguaggio usato, sconfessò quanto di “piratesco” prodotto da chi arbitrariamente dettava linea e legge nel circolo sostituendosi a statuto e regolamento e rinviò ogni decisione legittima ad una nuova classe dirigente decretata dal risultato di un congresso straordinario. Il sette gennaio, lo stesso Maugliani, segretario provinciale del partito, presenta Michela Califano come garante del tesseramento che dovrà concludersi entro fine mese. Quindi si celebrerà il congresso e sarà la nuova classe dirigente a gestire il ruolo che avrà il PD nella prossima tornata amministrativa che è alle porte. Ma questa è un’altra storia. 

ULTIME NEWS