Pubblicato il

Tpl: i cittadini di Cerveteri e Ladispoli viaggiano gratis fino al 31 gennaio

Tpl: i cittadini di Cerveteri e Ladispoli viaggiano gratis fino al 31 gennaio

La precisazione del presidente della Seatour Vito Ferri: "Nessuna discriminazione fra i due comuni fino a quando non sarà possibile per tutti dotarsi dei nuovi titoli di viaggio"

di TONI MORETTI

CERVETERI – Non è semplice portare a regime in tempi strettissimi un servizio come il trasporto pubblico locale in una realtà difficile, per la logistica, vista l’estensione e la complessità di un territorio come quello di Cerveteri da integrare ad un territorio anche se meno complesso e più collaudato e già sperimentato da una delle due aziende che in associazione temporanea di imprese, hanno partecipato e vinto una gara che nel suo principio ha in qualche modo rivoluzionato il trasporto pubblico locale, integrando le esigenze di due popolazioni e di due territori,quello di Cerveteri e quello di Ladispoli, ottenendo per esse una migliore qualità del servizio e risparmi di risorse vitali per amministrazioni falcidiate da tagli continui voluti da una crisi lunga e sembra lontana ad arrivare a soluzione. Una delle difficoltà da affrontare al momento in cui il servizio è partito è stato quello della mancata contemporaneità dell’uscita della nuova biglietteria valida per i due comuni e di conseguenza della impossibilità dei cittadini di poter acquistare e quindi dotarsi dei titoli di viaggio, per cui, in attesa , a Cerveteri si viaggia gratis. Lo stesso problema non si sarebbe posto per Ladispoli, in quanto in quella città, dove la Seatour, l’azienda che con la SAB  ha vinto la gara del trasporto integrato, è anche  quell’azienda uscente dal trasporto locale di Ladispoli che si svolgeva in precedenza, per cui i biglietti ci sono ed in teoria, per usufruire del sevizio, i  cittadini di Ladispoli potrebbero usarli fino all’esaurimento delle scorte.  

A farci uscire dal limbo dell’incertezza, Vito Ricci, presidente Seatour e a sua volta dell’ATI, che dimostrando con questo gesto nei fatti la sua natura di imprenditore illuminato fa una dichiarazione che senza dubbio sarà molto gradita ai cittadini dei due comuni interessati, Ladispoli e Cerveteri: «Si, si potrebbe rivendicare a Ladispoli il pagamento del titolo di viaggio e a Cerveteri no perché materialmente è ancora impossibile averlo, ma mi è sembrato ingiusto creare ciò che se pur ineccepibile dal punto di vista legale, poteva sembrare una discriminazione tra due comunità che ci siamo promessi di servire al meglio  per i prossimi otto anni. Allora fino al 31 gennaio, fino a quando negli opportuni canali di distribuzione non sarà presente la nuova biglietteria, si viaggia tutto gratis. Colgo l’opportunità per augurare a tutti un buon 2017».

ULTIME NEWS