Pubblicato il

Cpc: weekend lacrime e champagne

JUNIORES E ALLIEVI

JUNIORES E ALLIEVI

Cedono le armi gli Juniores Regionali della Cpc 2005 che, impegnati nel match valevole per la 13^ giornata, vengono sconfitti con il risultato di 7-3 sul rettangolo dell’ Aurelio Fiamme Azzurre. Sconfitta amara e colma di episodi che non lede né la superiorità dell’avversario in questo frangente, né la determinazione e la voglia di prevalere della compagine portuale nonostante i tanti episodi a sfavore. Da sottolineare la linea difensiva che mister Vincenzi ha dovuto inventarsi dopo l’espulsione di Marri, dovuta anche alle assenze per infortunio di cui questa squadra soffriva e soprattutto va sottolineato l’approccio durante la gara dei ragazzi che hanno tentato fin dove possibile di ribaltare il risultato. Partenza shock dei portuali che vanno sotto di tre reti in meno di 30’ con un gol subìto a freddo  in apertura  e seguito 10’ dopo, da un calcio di rigore apparso non cosi limpido e per capitolare ancora intorno alla mezz’ora. Nel mezzo tra la seconda e la terza segnatura l’espulsione che manda Marri negli spogliatoi anzi tempo, dopo un contrasto non apparso cosi ruvido e dove ne fa le spese lo stesso giocatore della roja, che accuserà a fine gara una forte contusione con rigonfiamento alla caviglia. Negli ultimi 15’ la compagine di Vincenzi,  nonostante  l’inferiorità numerica, prende in mano le redini del gioco, segnando per due volte: prima con Superchi e poi con Vitelli riaprendo così il match. L’intervallo non ferma la determinazione di questi ragazzi che, seppur dal 20’ del primo tempo in difesa venga schierato un trio che di difensore ha ben poco (Mastropietro-Esposito e Cattaneo), sciolinano gioco e arrivano al pareggio intorno al 17’ con Bassanelli. La partita però finisce intorno al 28’ quando Cattaneo colpisce in area la sfera con la mano e il direttore di gara infligge espulsione e rigore agli avversari. Da qui in poi la troppa differenza di effettivi in campo (11-9) giova ai romani che, oltre alla realizzazione del rigore del 4-3 andranno ancora a segno altre tre volte fissando il punteggio sul definitivo 7-3  e con l’ultima realizzazione ancora su rigore.
«Ho fatto i miei complimenti – dichiara il mister della Juniores Carlo Vincenzi – ai ragazzi negli spogliatoi per l’impegno, la voglia e la determinazione che hanno messo in campo durante il match con l’Aurelio. Non era facile recuperare un parziale di tre a zero, accumulato nella prima mezz’ora e in inferiorità numerica dal due a zero, ma tutti dal primo all’ultimo hanno  dato il massimo per rimettere in carreggiata la partita: riuscendoci. Poi l’ingenuità in occasione del loro quarto gol, che ci è costata l’espulsione di Cattaneo e il rigore contro decretato ha vanificato la rimonta fatta e ha segnato il resto della gara. Ma nonostante questo sono pienamente soddisfatto, visto che abbiamo giocato quasi una gara intera senza difensori di ruolo e con una retroguardia inventata, in un nove contro undici in cui un pareggio avrebbe segnato un impresa. Forse il parziale finale è troppo severo, cosi come non ho condiviso  l’espulsione di Marri e il primo dei tre rigori che ha concesso l’arbitro all’Aurelio, ma il calcio  è anche questo. Da sabato con l’Astrea speriamo di ottenere un risultato positivo, perché i ragazzi lo meritano».
In campo per la Cpc 2005: Desini, Marri, Mastropietro, Cattaneo, Esposito, Marcucci, Di Luca, Tesoro, Vitelli, De Falco, Superchi, Cacace, Fais, China, Brodolini, Bassanelli, Ricci.
Convincente vittoria per gli Allievi Provinciali della Cpc 2005 che, nella gara valevole per l’11^ giornata, s’impone tra le mura amiche con il punteggio finale di 4-2 contro l’ex capolista Casalotti.
Passa a pieni voti la prova maturità la roja diretta da mister Gallina impegnata con la quotata Casalotti che, dopo un primo tempo di rincorsa, chiude la gara nella ripresa con un Mottola in versione stellare. La vetta che con la vittoria dell’Anguillara trova un nuovo padrone è ora a solo due punti, ma quello che sicuramente fa clamore è la determinazione di questi ragazzi che, nonostante qualche defezione, battono il Casalotti con una prova sontuosa. Pecca nella prestazione con una prova al di sotto dei suoi canoni soltanto il portiere Tarantini, che nella prima frazione regala in pratica da solo le due marcature agli ospiti; ma è bravo a riscattarsi in almeno altre due occasioni in cui salva la porta con maestria.
Cronaca: Passano appena due minuti e gli ospiti sono già in vantaggio, con Tarantini che farfuglia e regala a D’Amico la palla del vantaggio. Assorbita la botta iniziale i portuali vanno vicino al pareggio in varie occasioni,  Memmoli in cinque minuti impegna prima il portiere per poi colpire nella seconda occasione il palo. La Cpc attacca a  testa bassa e all’11’ va vicina al pareggio con Poveromo, per poi realizzarlo un minuto più tardi grazie alla conclusione al volo di sinistro di Lava, abile a raccogliere un cross di Todaro. La Cpc è padrona del gioco e al 13’ Lanari impegna severamente Barillaro, ma come spesso il calcio insegna sono gli avversari ad approfittarne quando al 18’ un’ennesima indecisione di Tarantini permette a Nicosiana di riportare in vantaggio gli ospiti. Tarantini si rifà due minuti dopo quando, sugli sviluppi di un calcio di punizione, sventa il tiro partito dai piedi di Nicosiana. È un andirivieni di occasioni da entrambe le parti: intorno alla mezz’ora, prima Memmoli e poi Giulianelli vanno vicini alla segnatura. Il Pareggio arriva al 31’ quando Lanari trasforma un calcio di rigore sacrosanto accordato ai portuali, portando il punteggio in perfetta parità. Prima del duplice fischio in tre occasioni gli ospiti vanno vicini alla segnatura, conclusioni di Nicosiana De Santis e D’Amico, ma Tarantini riesce a mantenere la sua porta inviolata. Nella ripresa, dopo un accenno da parte degli ospiti, con Anile che al 3’ tira alto, è un monologo della roja. I portuali attaccano e non concedono più spazi dietro: prima della terza rete al 5’ Memmoli tira alto da posizione favorevole, poi Esposito un minuto dopo colpisce la traversa e infine ancora Memmoli che, servito al 15’ da Esposito, fa compiere un vero miracolo al portiere ospite. Al 20’ passa la Cpc con Mottola, che insacca dopo una vera conclusione da manuale del calcio. Esposito al 25’ si fa espellere, ma gli ospiti non approfittano della superiorità numerica e al 30’ ancora Mottola chiude l’incontro con la quarta segnatura da parte dei portuali. Prima del triplice fischio finale Lava va vicino al gol  dell’eventuale 5-2 e poi è Anile a impensierire Ciocci, subentrato nella ripresa al posto di Tarantini, a tentare la via del gol senza successo.
«Vittoria importante – spiega mister Enrico Gallina, tecnico degli Allievi della Cpc – ottenuta contro una squadra molto forte, arrivata dopo qualche passo falso di troppo nelle ultime domeniche e che ci fa ben sperare per il futuro di questi ragazzi. Partenza ad handicap per noi domenica, con l’ingenuità del nostro portiere che dopo solo due minuti ci vedeva già soccombere sul piano del risultato. Ma la volontà dei ragazzi ci ha permesso di recuperare il risultato e portare alla fine del primo tempo il parziale in parità sul due a due, recuperando  anche in corso d’opera la seconda ingenuità del nostro portiere che aveva facilitato il loro due a uno. Poi un secondo tempo con la volontà di portare a casa il risultato, ben giocato con concentrazione e determinazione, ci ha permesso di chiudere la gara sul quattro a due. Servirà comunque da ora in avanti qualcosa in più e in special modo sotto il punto di vista difensivo dove spesso vengono fatti errori che vanno corretti. Stiamo lavorando per migliorare alcuni aspetti della fase di non possesso e difensiva, ma c’è comunque tempo per questi ragazzi di arrivare al top della condizione e affidabilità. Per quanto riguarda il nostro estremo difensore vorrei spezzare una lancia, può succedere che un portiere sbagli e il suo ruolo è fondamentale in una squadra, e d’altro canto quando qualcosa non va viene subito notato e può essere deleterio per l’economia della partita. C’è comunque da dire che durante la sosta per problemi vari non hanno mai svolto un allenamento specifico e mirato al loro ruolo, e anche per questo nei mesi prossimi ci stiamo organizzando affinché siano più assidui gli allenamenti. Si cercherà di portare a due le sedute settimanali, svolte oltre che come avviene già ora da Stefano Ambrosi (ex portiere professionista e presidente della Leocon) una volta a settimana, anche dal preparatore dei portieri della prima squadra Massimo Izzi, sperando si trovi il modo e i giusti tempi. Sono molto fiducioso per il proseguo della stagione, il gruppo cresce e queste vittorie fanno morale e classifica. Alla fine si tireranno le somme, ma sono certo che saremo lì a contenderci qualcosa di importante».
In campo per la Cpc 2005: Tarantini, Todaro, Battellocchi, Palmieri, Catarinacci, Angeloni, Memmoli, Lava, Poveromo, Lanari, Visciola, Ciocci, Mottola, Esposito, Francavilla, Renzi, Baffetti.

ULTIME NEWS