Pubblicato il

Reso noto il calendario per il tesseramento PD

Reso noto il calendario per il tesseramento PD

In una nota le caratteristiche degli aspiranti secondo il regolamento. Si potrà richiedere la tessera da oggi fino al 28 febbraio. Califano: «Le regole saranno applicate alla lettera» 

di TONI MORETTI

CERVETERI – Aria nuova nel PD locale. Michela Califano, quella  “tosta”, ha diramato un comunicato con il quale detta il calendario per il rinnovo del tesseramento, propedeutico al congresso straordinario che dovrà tenersi in tempi strettissimi affinché una nuova classe dirigente, democraticamente eletta, come è uso e tradizione del PD, possa elaborare e dettare una nuova linea politica che faccia luce sugli orientamenti che il partito prenderà in vista delle prossime amministrative di primavera. Ma per amor di chiarezza, nel comunicato è contenuta non solo la tabella dei giorni e dei luoghi ove ella si rende disponibile ad accogliere chi avrà intenzione di chiedere la tessera ma anche, regolamento alla mano, si premura di ricordare quelle che sono le caratteristiche che devono avere i soggetti richiedenti per accedere alla tessera del partito. Da questo si evince per logica deduzione che il vicesindaco Giuseppe Zito e la consigliera Federica Battafarano che hanno richiesto la tessera on line, accettazione sospesa, non potranno avere la conferma in quanto facenti parte di una maggioranza con un gruppo diverso e non potrebbero entrare nel gruppo consiliare Pd, elemento indispensabile per  avere la tessera, ma che anche il consigliere De Angelis, perenne aderente al PD con tessera ottenuta con strombazzamento di mirabolanti accordi-scorciatoia presi con presunti  “pezzi grossi” del partito romano, non avrà la tessera se non aderirà al gruppo PD. La conseguenza sarà che se anche vi aderisse ora o nell’immediato futuro per “improvvisa illuminazione sulla via di Damasco”, dovrebbe abiurare l’innaturale “aderenza” a Salvatore Orsomando, presidente del Consiglio comunale, portabandiera di Forza Italia, col quale, ad avviso di molti, guastando l’immagine del PD e generando confusione, si è lanciato in operazioni politiche a dir poco singolari anche se a suo dire, guidato dal sacro fuoco che invade chi deve essere oppositore, e che comunque fino a questo momento non poteva essere considerato del Partito Democratico poiché a termini di regolamento, la sua tessera non era valida. Se non entrasse nel gruppo PD rimarrebbe fuori dal partito. Ma allora Unidem, perderebbe il suo consigliere di riferimento?  Michela Califano, quella “tosta” con sorprendente lucidità, con una mossa e la sua dichiarata disponibilità a tutti nel rispetto delle regole – che come lei stessa dice: «Saranno applicate alla lettera» – darà un grosso contributo alla chiarezza e anche a qualche collega che preso da un improvviso crampo carpale, scrivendo circolo intendendo quello del PD, si è fermato a “Circo”. Il tesseramento è aperto dal 12 gennaio al 28 febbraio. Per il mese di gennaio si può andare alla sede PD di viale Manzoni ogni  martedì, giovedì, sabato e domenica dalle ore 17.30 alle 19.30; oppure dalle ore 10 alle 12 nei seguenti giorni e località: il 15 gennaio a Borgo San Martino, presso il bar in piazza Borgo S. Martino;  il 22 a Cerenova, presso il bar Tirreno in via Sergio Angelucci;  il 29 a Valcanneto, presso il bar in via Antonio Vivaldi. 

ULTIME NEWS