Pubblicato il

Ad Allumiere nasce "Il paese che risorge"

Ad Allumiere nasce "Il paese che risorge"

ALLUMIERE – Ad Allumiere è nato un nuovo movimento politico di tipo civico: ‘‘Il Paese che Risorge’’ voluto e creato da Carmine Ianniello e altri cittadini collinari «Per far avvicinare alla vita pubblica tutti quei cittadini (non solo di Allumiere) disamorati dalla stessa politica e – spiega Ianniello per prendere parte alla stessa vita pubblica del proprio territorio». Ianniello spiega che questa nuova realtà: «È un Movimento politico–culturale apartitico, libero ed aperto a tutti ispirato ai valori politici della trasparenza, concretezza, dialogo, imparzialità, correttezza, giustizia, sostenibilità, rispetto delle tradizioni, solidarietà, rispetto per l’ambiente e convivenza civile». «Il Movimento – continua Ianniello – persegue esclusivamente le finalità di benessere e progresso di tutto il territorio e dei suoi cittadini attraverso l’analisi (osservare, studiare, interpretare i problemi sociali, economici, ambientali, politici e culturali del territorio), la progettualità (elaborare soluzioni, programmi, idee per affrontare le problematiche e/o meglio affrontare il futuro) e l’azione (utilizzare gli strumenti necessari per mettere in pratica i progetti e le idee). Garantiamo ascolto, dialogo, collegialità, informazione, trasparenza e partecipazione alle decisioni, il movimento persegue un governo della comunità non subordinato a logiche di partito, ma attento ai bisogni della persona e alla tutela del territorio, in cui i cittadini devono essere i protagonisti ed unici referenti delle decisioni di chi amministra». Il nuovo movimento si prefigge: «Il rafforzamento dell’identità locale attraverso la valorizzazione della storia, delle vocazioni e delle capacità culturali, economiche, sostenibili ed in equilibrio con le risorse locali e con tutti i beni collettivi». Per il perseguimento dei propri scopi associativi il Movimento si impegna «a garantire e promuovere ogni azione, iniziativa, attività informativa, manifestazione e ricerca; potrà, inoltre, presentare istanze, ricorsi, memorie, osservazioni, perizie ed altri atti in tutte le sedi consentite in Italia». Il Movimento «potrà partecipare ai momenti elettorali e di gestione della cosa pubblica concorrendo alle competizioni politiche elettorali con liste di propri candidati, ed eventualmente d’intesa con altre formazioni politiche, associazioni, gruppi e persone purché in accordo con le finalità del Movimento. In conclusione, in virtù delle prossime elezioni dell’università Agraria e comune, ribadiamo la totale disponibilità a dialogare con le altre forze politiche, associazioni, e  cittadini».

ULTIME NEWS