Pubblicato il

Ladispoli, Fantozzi: "Le primarie non sono parte del Dna di Ladispoli"

LADISPOLI – Finite le feste ricomincia l’estenuante cammino della coalizione di centro-sinistra verso le elezioni amministrative 2017. La settimana scorsa, dopo la candidatura dell’avvocato Siro Bargiacchi, l’uscita pubblica dell’assessore ai lavori pubblici Marco Pierini ha segnato ufficialmente la sua discesa in campo e tracciato un solco nel quale si inserisce ora Francesco Fantozzi.
Se si decidesse di andare a primarie di coalizione lei sosterrebbe la candidatura di Marco Pierini a prescindere o, viceversa, crede che le primarie non siano il modo giusto per scegliere il candidato sindaco?
«La seconda risposta. Ho già avuto modo di rappresentare anche al Pd che secondo noi le primarie non fanno parte del dna di una città come Ladispoli. Un conto è farle in una grande città, dove hanno più una valenza di orientamento politico. Ma fare le primarie in una città come Ladispoli significherebbe far rivivere le correnti, le fazioni, i gruppi che andrebbero a risvegliare i parenti per portarli a votare. Credo piuttosto che si potrebbe arrivare ad un accordo fra i gruppi che vorranno stare insieme. Pertanto non crediamo nelle primarie. Anzi, secondo me se faranno le primarie noi non saremo della partita».
Crede che Marco Pierini condivida questa sua idea?
«Questo non lo so. Lui ha sempre detto che se ci sono le condizioni si presenterà alle primarie. Non so cosa farà Marco Pierini, ma io mi sono sentito di ricordargli un po’ il suo passato. Secondo me inoltre una vittoria del centrosinistra può passare più agevolmente attraverso una grande coalizione. Marco è uno dei candidati che potrebbe richiamare anche quei consensi che non hanno mai fatto capo alla sinistra».
Dunque lei non sta, mi passi il termine, “scaricando” il Partito Democratico?
«Assolutamente. Se nell’intervista traspare questo mi dispiace. Però è chiaro che noi ci siamo sempre sentiti uomini liberi e lo saremo ancora. Auspichiamo una nuova ripartenza col Pd. Se così non sarà ci saranno altre strade da percorrere. Però sono convinto che arriveremo ad una sintesi. Ma è prematuro dirlo…aspettiamo gli eventi». (F.P.)

ULTIME NEWS