Pubblicato il

Scuole al freddo: il Comune di Ladispoli prolunga l'accensione del riscaldamento

Scuole al freddo: il Comune di Ladispoli prolunga l'accensione del riscaldamento

di DANILA TOZZI

LADISPOLI – A Ladispoli non si muore di caldo ma neppure di freddo. Almeno nelle scuole del territorio i bambini non sono stati costretti a rimanere in classe con i cappotti, sciarpe e guanti di lana. Così come è avvenuto al rientro dalle vacanze in molti plessi dei comuni limitrofi e nella provincia di Roma. L’amministrazione comunale infatti ha deciso che, visto il perdurare delle temperature al di sotto della media stagionale, in un’ordinanza del sindaco Paliotta è stato disposto che nelle scuole di competenza comunale quali materne, elementari e medie, gli impianti termici vengano accesi dalle ore 20 del giorno precedente alle ore 13 del giorno scolastico successivo per il tempo ridotto; dalle ore 20 del giorno precedente alle ore 16 del giorno scolastico successivo per il tempo pieno.
«Il provvedimento – ha commentato così il sindaco Paliotta –  rimarrà in vigore fino al permanere di questa ondata di freddo per garantire e migliorare il confort e sicurezza negli spazi scolastici per gli alunni e il personale». Ecco perché è già stato annunciato che in base alle condizioni meteo, ancora in picchiata, per la giornata odierna gli studenti troveranno un clima gradevole all’interno delle aule consentendo in questo modo un regolare svolgimento delle lezioni. Anche ieri sera infatti dunque si è provveduto all’accensione anticipata degli impianti termici nelle scuole materne, elementari e medie, procurando un ambiente in cui piccoli e grandicelli possano stare bene e in serenità. A comunicare che l’ordinanza continuerà a essere efficace fino che il mese di gennaio non tornerà a temperature più miti, lo stesso sindaco Paliotta ha spiegato «A mezzanotte accenderemo le caldaie delle scuole di competenza comunale per consentire ai ragazzi di svolgere l’attività didattica in locali adeguatamente riscaldati. Anticiperemo l’accensione degli impianti termici fino a che non terminerà l’ondata di gelo. Un ringraziamento al personale dell’ufficio tecnico comunale che, nello scorso fine settimana, ha controllato le caldaie di tutte le scuole e ne ha programmato la partenza in modo da garantire la riapertura delle scuole dopo la sosta natalizia». Intanto continuano i problemi per le scuole secondarie di secondo grado gestite dalla Città Metropolitana. Ieri riscaldamenti freddi nell’istituto alberghiero, dove i ragazzi si sono rifiutati di entrare, e nel liceo Pertini dove i ragazzi sono scesi in strada per manifestare. Si vedrà questa mattina quale sarà la situazione che si troveranno i ragazzi davanti.

ULTIME NEWS