Pubblicato il

Servizio di ritiro a domicilio: abbatutti i tempi di attesa

L’assessore Gubetti: «Più efficienza nel rispondere alle prenotazioni sempre più numerose»

L’assessore Gubetti: «Più efficienza nel rispondere alle prenotazioni sempre più numerose»

CERVETERI – In attesa dei giorni fatidici in cui arriverà la sentenza del Consiglio di Stato  e le risoluzioni definitive della Prefettura di Bari sulla azione interdittiva antimafia promossa nei confronti della Camassa Ambiente, mandataria dell’associazione temporanea di impresa che gestisce attualmente il servizio di raccolta dei rifiuti, l’amministrazione a conferma della sicurezza circa il percorso intrapreso, continua nel difficile lavoro dell’implementazione della raccolta differenziata correggendo le criticità disseminate lungo il cammino. Per quanto riguarda il servizio di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti sono stati abbattuti i tempi di attesa nonostante un incremento notevole delle prenotazioni. Ad annunciarlo l’assessora Gubetti che dichiara: «Non ha senso abbandonare i rifiuti in strada quando c’è un servizio che viene comodamente davanti le nostre case per ritirarli. Senza ovviamente alcun costo aggiuntivo per i cittadini. Il nostro comune insieme alle aziende che si occupano dell’igiene urbana e della gestione dei rifiuti a Cerveteri mette, infatti, a disposizione un servizio di eccezionale utilità  ma i tempi di risposta che riuscivamo a garantire ai cittadini non ci lasciavano soddisfatti. Tutti gli utenti TARI di Cerveteri, infatti, attraverso il numero verde hanno la possibilità di richiedere il ritiro direttamente a domicilio di arredi, elettrodomestici, potature del giardino e altri rifiuti ingombranti. In una città grande come la nostra, le richieste quotidiane sono numerosissime. Per questo i tempi di risposta, specialmente in corrispondenza di alcuni periodi dell’anno, in passato potevano essere anche lunghi. Su imput del sindaco Alessio Pascucci abbiamo chiesto alla Camassa e alla ASV, che ringraziamo per la disponibilità dimostrata, di studiare un nuovo sistema di ritiro a domicilio e di abbreviare i tempi di intervento. In queste settimane stiamo sperimentando il nuovo sistema e i risultati sono molto incoraggianti. I tempi si sono ridotti al massimo una settimana di attesa dalla prenotazione del servizio all’arrivo degli operatori a casa. Con questo servizio a disposizione, non ha alcun senso».

ULTIME NEWS