Pubblicato il

Tarquinia: Arsial avvia l'azione legale contro la cantina di Cerveteri

Tarquinia: Arsial avvia l'azione legale contro la cantina di Cerveteri

TARQUINIA –  «Nei giorni scorsi l’Arsial ha ufficialmente comunicato, anche agli organi di controllo contabile, di aver iniziato l’azione legale nei confronti di Cantina Cerveteri per la restituzione dello stabilimento di Tarquinia e per il rimborso dei canoni di concessione non corrisposti da oltre dieci anni». È Cantina Tarquinia a dichiararlo, spiegando che «a sei anni dall’inizio della vertenza, i viticoltori di Tarquinia, Montalto di Castro, Tuscania e Canino, possono sperare di poter vinificare le proprie uve nello stabilimento che l’Ente Maremma costruì a questo scopo ben 40 anni fa».

«Attualmente la struttura ha perso ogni originaria funzione produttiva ed è stata ridotta ad una semplice “bottega” per il soddisfacimento di esigenze commerciali estranee al territorio di appartenenza – si legge nella nota – dispiace sottolineare che l’iniziativa dell’Arsial è avvenuta nel totale disinteresse della politica, ma solo grazie alla tenacia dei produttori agricoli che non si rassegnano a veder abbandonata qualunque speranza di valorizzazione e di difesa delle nostre produzioni e della nostra economia. Cantina Tarquinia continuerà a seguire con attenzione lo svolgimento dell’azione legale – si apprende ancora – affinché in tempi brevi si possa riaprire il Centro di Vinificazione con il miglior utilizzo produttivo di una struttura pubblica, così importante per il nostro comprensorio».

ULTIME NEWS