Pubblicato il

Allumiere, una sola lista per l'Agraria

Allumiere, una sola lista per l'Agraria

di ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – Colpo di scena ad Allumiere: il prossimo 12 febbraio si terranno le elezioni per il rinnovo dell’amministrazione dell’Università Agraria di Allumiere, ma a sorpresa a concorrere sarà solo una lista: ‘’Insieme per Allumiere, il futuro è nelle nostre terre’’ (con il simbolo un albero, tre spighe e il sole)?che sostiene come candidato presidente Pietro Vernace. Non si sono costituite altre altre liste e quindi se si raggiungerà il quorum dei votanti (50% più uno) la nuova amministrazione sarà composta da tutti e 12 questi candidati e dal candidato presidente. Per rinnovare il consiglio dell’Università Agraria si voterà il prossimo 12 febbraio dalle 7 alle 23, ci saranno 3 seggi nell’oratorio del paese e uno nel centro anziani di La Bianca. «L’amministrazione uscente ha fatto grandi cose – spiega Pietro Vernace – ci piacerebbe portare avanti il loro lavoro apportando novità per il bene di tutti. Nessun altro ci ha messo la faccia, si vede che hanno paura di perdere contro di noi». Pietro Vernace è un allumierasco doc che esce da due mandati come assessore comunale delle due giunte Battilocchio e porterà competenza, esperienza e professionalità. È stato assessore all’Urbanistica prima e ora assessore comunale uscente al Commercio, Attività Produttive e Sviluppo Economico. Si è speso per portare il pane giallo all’Expo e ha fatto crescere il commercio. «Sono contento per questa attestazione di stima – prosegue Vernace – mi impegnerò al massimo per far crescere il paese. Vogliamo impegnarci per la valorizzazione del territorio, per la crescita delle imprese, stare vicino alle Contrade e alle associazioni, puntare sullo svilupo del paese, dell’agricoltura e dell’allevamento». 
Con lui 12 candidati in rappresentanza di Pd, Sel, Fontana Tonna, Rete socialista, Socialisti e del mondo civile: Alessandro Papa, Martina Stampigioni (la più giovane, classe ‘98), Gianluca Corvi, Romina Scocco, Paolo Travagliati, Erasmo Pennesi, Cristian Canestrari, Angelo Regnani, Alvaro Monaldi, Erika Fracassa, Emiliano Sgamma e Daniele Cimaroli. «È una lista bella formata da giovani che porteranno entusiasmo e novità e da senior che aiuteranmo a crescere la nuova classe dirigente e porteranno esperienza e professionalità – spiega il presidente uscente, Antonio Pasquini – ci sono figure femminili, giovanili e dinamiche, c’è la rappresentanza della frazione di La Bianca, del mondo giovanile e della società civile. È rappresentato politicamente tutto il centro-sinistra, ci sarà apertura a tuttotondo. 
Il candidato presidente ha 10 anni di grande esperienza e professionalità. È una buona figura che saprà spronare e incentivare. Ci dispiace che non c’è un’altra lista: un’amministrazione è buona quando ha una buona opposizione. A parole i grillini, il centrodestra e il movimento di Salvini hanno criticato e detto, ora quando c’era da mettersi in gioco per il bene del paese si sono tirati indietro. 
Ora esorto tutti ad andare a votare ed evitare l’astensionismo affinché il 12 febbraio possa esserci una nuova assise del nostro Ente, perché in questi anni è stato fatto tanto e sarebbe un vero peccato perdere tutto». 

ULTIME NEWS