Pubblicato il

Open Day negli istituti scolastici

Al Giovanni Cena e Marina di Cerveteri

Al Giovanni Cena e Marina di Cerveteri

CERVETERI – Sabato scorso negli istituti Marina di Cerveteri e Giovanni Cena si è svolto l’Open Day, «una giornata – spiega Pamela Baiocchi, delegata alle politiche scolastiche – interamente dedicata alla creatività, all’arte, all’ambiente, alla logica, all’educazione alimentare e alla tecnologia». «I bambini – specifica Baiocchi –  si sono divertiti a girare nelle aule, dove ogni una di esse  ospitava una diversa attività! Son stati organizzati molteplici laboratori, tutti di enorme interesse fra gli alunni, pittura, scultura, teatro, scacchi, creta, decoupage, botanica, spettacoli e intrattenimento e non poteva mancare il tema della differenziata dove i bambini hanno costruito un pannello per differenziare i rifiuti, il coding ovvero un sistema base per la programmazione dove ogni bambino ha il suo tablet o può utilizzare la lim. Il clima che ho trovato è stato quello di una grande festa, ritengo che gli open day siano sempre un successo, perchè non solo avvicinano i bambini a tante discipline nelle quali possono trovare interesse in futuro, ma avvicinano i genitori alla scuola e a tutto quello che essa è i grado di offrire». Anche gli Ecolaboratori svolti di Scuolambiente con il suo Forum Giovani ha partecipato all’Open Day dell’istituto di Marina Di Cerveteri. La giornata si è svolta all’insegna di “Riciclo e Orticultura”. A dirigere la giornata è  stata la presidente Maria Beatrice Cantieri che come tutti gli anni trasmette l’amore e il rispetto alle radici del nostro paese futuro, ovvero i bambini.  Infatti,  gli Ecolaboratori hanno visto protagonisti bambini dai 5 agli 11 anni   e sono stati basati sul riciclo di alcuni materiali della quotidianità familiare e sull’orticultura, intesa come cura delle piante di casa in vista della primavera,  piuttosto che semina di legumi. Contenti  i bambini , quindi,  sono stati impegnati in un laboratorio di riciclo,  dove con i tappi degli omogenizzati sono stati realizzati degli alberi successivamente colorati;  invece per il laboratorio di orticultura i bambini hanno potuto apprezzare e provare con le proprie mani la pratica del travaso di piantine o l’utilizzo degli stessi vasetti omogenizzati per nuove piantine da far nascere. Sia i bambini che i genitori sono rimasti più che soddisfatti dalle attività proposte, tanto da chiedere se gli Ecolaboratori potessero essere fatti più spesso.

ULTIME NEWS